Quantcast
Cronaca

Maltempo, Liguria spezzata: i percorsi alternativi da e per Genova

maltempo, frana, nubifragio

Liguria. Resta critica la situazione della viabilità ligure dopo la terribile alluvione che ha devastato il territorio dello spezzino spezzando a metà il levante della Liguria.

Proseguono i lavori sulla ferrovia Genova-La Spezia, bloccata da un fronte franoso che si estende per circa 2 chilometri e ha raggiunto in alcuni punti anche 4 metri di altezza. La circolazione, però, sarà bloccata almeno fino a domenica, quando potrebbe essere ripristinata su un binario. I treni continuano comunque ad arrivare a Levanto, e da qui a Monterosso è stato istituito un servizio ferroviario in base alle necessità e con alcuni accorgimenti atti a garantire la sicurezza dei passeggeri.

Riguardo agli IC questo è il programma di esercizio previsto per oggi: 35073 limitato a Genova Brignole domani effettua 35074
35079 limitato a Sestri Levante da dove domani effettua treno 35052 (transita per Genova ), 35087 limitato Sestri Levante da dove effettua domani 35058 (transita per Genova ), 685 al momento regolare da Milano a Genova
L’associazione pendolari genovamilanonewsletter ricorda che anche i RV 2191, 2195 e 2525 Milano-Genova circoleranno regolarmente. L’itinerario consigliato per raggiungere La Spezia o viceversa è lungo la via Voghera Piacenza Fidenza Pontremoli., con fermate a Tortona e Santo Stefano Magra.

Nel frattempo si sta cercando di organizzare un servizio pullman che da Sestri Levante possa portare le persone nello spezzino. Ma anche la viabilità stradale è ancora alle prese con le gravi difficoltà causate dalla frana sull’A12.

L’autostrada è infatti chiusa tra La Spezia e Sestri Levante in entrambe le direzioni: al momento solo i mezzi di soccorso vengono fatti transitare in piccoli convogli con la scorta della Polizia Stradale. Chiusa anche l’A/15 tra La Spezia e Pontremoli in direzione nord, e tra Borgotaro e La Spezia in direzione sud: solo i mezzi di soccorso leggeri vengono fatti transitare dalla Polizia Stradale.

Permane la chiusura anche della Statale Aurelia dal km 428 al km 443 (tra Carrodano e Borghetto) per almeno tre frane che hanno interessato la sede stradale. La Statale 62 della Cisa è tornata, invece, percorribile per il traffico locale e per i mezzi di soccorsi; in zona Aulla e Pontremoli sono in atto deviazioni per evitare l’attraversamento dei centri abitati.

Viabilità Italia invita gli automobilisti a non raggiungere le zone interessate dall’alluvione, per non aggravare la situazione di disagio e potenziale pericolo ed al fine di agevolare la macchina dei soccorsi. Gli itinerari alternativi da e per Genova rimangono i seguenti: sulla direttrice Genova – Livorno percorrere l’A/7 o l’A/26 fino all’interconnessione con l’A21, proseguire verso Piacenza sino allo svincolo con l’A1 da dove intraprendere il viaggio verso Firenze, poi imboccare l’A/11 in direzione di Pisa, infine l’A/12 per Livorno.

Sulla direttrice Livorno – Genova il percorso sarà l’inverso: A/12 verso Pisa, poi l’A/11 in direzione Firenze sino allo svincolo con l’A/1, da dove proseguire per Milano ed all’altezza dello svincolo di Piacenza imboccare l’A/21 verso Torino e quindi l’A/7 o l’A/26 per Genova. L’invito è comunque quello di mantenersi costantemente informati sulle condizioni della viabilità chiamando il numero gratuito 1518 del CCISS, ascoltando le trasmissioni di Isoradio ed i notiziari di Onda Verde (su Radio 1, 2 e 3), consultando il sito web www.cciss.it e mobile.cciss.it da smartphone e palmari, ed utilizzando la nuova applicazione gratuita iCCISS per iPhone.