Quantcast
Sport

Sampdoria, il Gubbio restituisce una certezza ad Atzori: la serie B è imprevedibile

Presentazione Romero

Genova. Il programma della Samp prevedeva oggi due sedute sul campo, ma il freddo e il maltempo potrebbero1 far ripiegare su un altro programma. Domani alle 15 poi la Sampdoria disputerà la sgambata infrasettimanale contro l’Albissola 2010, squadra della provincia savonese che milita nel campionato di Prima Categoria.

Atzori questa mattina si è svegliato con qualche dubbio in meno e un’iniezione di autostima: la sconfitta rimediata dalla capolista Torino ieri sera contro il Gubbio del neo-allenatore Gigi Simoni (subentrato a Pecchia) dà infatti la cifra di un campionato davvero imprevedibile. La Samp si sveglia più vicina alla vetta: 8 punti dal Torino (erano 9 prima di sabato, sarebbero potuti essere 11) e cinque dal Padova zoppicante delle ultime settimane (Padova che fra l’altro sabato gioca in un campo difficile come quello di Crotone).

L’altra certezza – chissà poi come la accolga Atzori – sta nell’infortunio di Massimo Maccorone, accentuatosi nella giornata di ieri quando è stato costretto a svolgere un lavoro differenziato con l’altro attaccante infortunato, Nicola Pozzi.

Atzori, a meno che non faccia l’improbabile scelta di schierare dal primo minuto Fornaroli, dovrà dunque presentare nella sfida di sabato pomeriggio a Nocera Inferiore, la coppia d’attacco formata da Cristian Bertani e Federico Piovaccari.

Se dunque l’attacco sembra sin d’ora deciso – per quanto però Atzori affermi di decidere la formazione a seconda dell’impegno profuso dai giocatori durante la settimana – le scelte da compiere per l’allenatore saranno innanzitutto in difesa (c’è il ritorno di Costa, ma tre quarti della linea difensiva – Castellini, Gastaldello e Rispoli – dovrebbero essere confermati), subito dopo a centrocampo. Qui Atzori sembra di nuovo diviso tra la tentazione della rivoluzione (si sussurra non solo di un Semioli in bilico, ma anche dello stesso Foggia) e la volontà di mantenere tutto immutato con il solo ritorno di Obiang.

Ah, certo, quasi superfluo dirlo: tra i pali non potrà che esserci il miglior portiere della serie B (e non solo). Sergio Romero, la vera sicurezza di questo inizio stagione.

Per il resto c’è ancora qualche giorno per decidere, e il Torino da questa mattina sembra meno lontano.