Quantcast
Sport

Il Giro d’Italia torna in Liguria: tappe a Sestri Levante e Savona

Sestri Levante. Il Giro d’Italia torna in Liguria anche nel 2012, precisamente a Savona e Sestri Levante, città rivierasca che ospiterà per la terza volta in otto anni una tappa del giro. La corsa, che si terrà dal 5 al 27 maggio 2012, giungerà probabilmente a Sestri giovedì 17 maggio per la gioia di tutti gli appassionati di questo grande sport, compreso il sindaco Andrea Lavarello. Lo si è saputo qualche ora fa grazie a un tam tam di informazioni su internet che hanno ben presto svelato il mistero dei percorsi delle due principali corse a tappe del mondo (oltre al Giro d’Italia, il Tour de France). Purtroppo il Giro d’Italia dell’anno scorso, che vide fra le sue tappe Rapallo, fu funestato dalla morte di una grande campione Wouter Weylandt, che proprio mentre stava affrontando la discesa del Bocco per raggiungere la riviera, si è schiantato al suolo, perdendo la vita sul colpo.

Nonostante le cure tempestive, il cuore del corridore ventiseienne della Lepard Trek e quella giornata che sembrava splendida per la terza tappa del Giro d’Italia, tra Reggio Emilia e Rapallo, si è trasformata in una tragedia a pochi minuti dal traguardo. L’organizzazione del Giro d’Italia aveva quindi deciso di annullare il cerimoniale previsto per la premiazione alla fine della terza tappa della corsa, vinta in un clima angosciato e straziante dallo spagnolo Angel Vicioso.

Giornate di terribile dolore per i familiari del ciclista belga, per i suoi compagni di squadra, per il mondo dello sport e per tutta la Liguria. per ricordare Wouter Weylandt, il ciclista belga morto ieri dopo una rovinosa caduta nella discesa del Passo del Bocco. La quarta tappa, che era partita da Genova il giorno dopo la tragedia, aveva preso il via comunque, ma con tristezza e senza manifestazioni di festa. In un primo momento si era parlato di cancellare la giornata di gara, ma poi erano stati gli stessi corridori a voler continuare per rendere omaggio a Wouter. “Domani riprenderemo la festa, lo dobbiamo al nostro pubblico, ai corridori e soprattutto a Weylandt”, avevano detto.

Il Giro d’Italia tornerà ancora una volta in Liguria e sicuramente Sestri Levante, che in passato ha ospitato ben tre arrivi (nel 1960 vinse Gastone Nencini, nel 1962 trionfò Graziano Battistini e nel 2006 lo spagnolo Joan Horrach) e una partenza della cronometro individuale il cui traguardo a Riomaggiore è stato raggiunto nel minor tempo dal russo Vladimir Menchov, non mancherà di rendere omaggio e ricordare il giovane Weylandt.

Ecco il percorso del Giro di quest’anno che, dopo la parentesi danese, sbarcherà nel nostro paese l’8 maggio per il primo giorno di riposo e ripartirà quindi con una cronosquadre a Verona. La carovana di ciclisti scenderà quindi da Modena lungo l’Adriatico toccando Fano, Urbino e Porto Sant’Elpidio, quindi rientrerà verso l’Appennino passando per Sulmona fino a Lago Laceno, provincia di Avellino, il punto più a Sud della prossima edizione. Si risalirà successivamente verso Frosinone, poi Civitavecchia, ancora una puntata all’interno su Assisi, poi verso il Tirreno passando per Montecatini fino a Sestri Levante e Savona. Si entrerà quindi nel Cuneese, toccando Cervere e Cherasco, per salire in Val d’Aosta a Cervinia. Di qui si punterà verso Nord Ovest, dove arriveranno le grandi salite, fra le quali l’Alpe di Pampeago, da percorrere due volte nella stessa tappa (la terz’ultima, venerdì 25 maggio), Cortina, il Mortirolo e soprattutto l’arrivo in quota sullo Stelvio (penultima tappa, sabato 26), prima della crono finale di Milano, domenica 27 maggio. Sarà un Giro meno terribile dell’ultimo, con più tappe per i velocisti, meno salite – concentrate giustamente nell’ultima settimana – e anche meno trasferimenti.