Quantcast
Cronaca

Genova, Silp Cgil: “Tolto l’ennesimo contributo alla polizia, oltre il danno la beffa”

roberto traverso, silp cgil

Genova. “A pochi giorni dall’insediamento del nuovo Questore, che si trova di fronte ad una grave situazione organizzativa gestionale: senza volanti sul territorio; attività investigativa in affanno causa mancanza personale e risorse; carichi di lavoro alle stelle; commissariati al lumicino, eccetera, ecco un altro schiaffo che colpisce l’immagine della Polizia genovese”. A dichiararlo è Roberto Traverso, segretario provinciale Silp Cgil.

“I tagli economici del Governo al Comparto Sicurezza e la scelta discrezionale del Ministero dell’Interno, (visto che molte altre Questure sono state trattate diversamente), hanno tolto anche il misero contributo di 70 euro elargito a titolo di rimborso per l’usura abiti civili, a numerosi operatori della Polizia di Stato di Genova che devono svolgere il proprio servizio in abiti civili. Oltre il danno la beffa – continua – Il Questore ci ha confermato che la richiesta fondi al Ministero dell’Interno per l’anno 2011 è stata inoltrata senza riduzioni. Quindi, chi è il responsabile politico che ha deciso di lasciare all’innata professionalità dei colleghi la scelta di non presentarsi in divisa a garantire la scorta personale al Cardinale di Genova, nonché Presidente della CEI, Bagnasco? Stesso dicasi per politici e magistrati come Anna Canepa, Sergio Cofferati, Belsito ect. Per questo inoltreremo questo comunicato al Prefetto di Genova auspicando di ottenere una risposta politica, visto che rappresenta il Governo e quindi anche il Ministero dell’Interno”.

“Il fenomeno denunciato colpisce anche altri operatori genovesi, infatti la scelta di escludere dalla corresponsione del buono vestiario, interessa anche i poliziotti del NOP Liguria che svolge attività esterna di protezione per argomenti di mafia e criminalità organizzata. Trattandosi di nucleo interforze, è incredibile che i Carabinieri e i Finanzieri che lavorano fianco a fianco ai Poliziotti continuino a percepire l’indennità.Per completare il quadro desolante del taglio subito dalla Polizia genovese sui buoni vestiario, ricordiamo che anche il personale della Polizia Scientifica e della PAS è stato ingiustamente colpito e che comunque dovrà continuare a lavorare in borghese – conclude – Per coerenza ci rivolgeremo al Questore chiedendogli di autorizzare i colleghi, che hanno subito tale trattamento, a prestare d’ora in poi il proprio servizio in divisa, anche se difficilmente vedremo la scorta al Presidente della CEI in uniforme ordinaria”.

Roberto Traverso, segretario Silp-Cgil Genova