Genova, "Mondo in pace": al Munizioniere la fiera che "semina" diritti - Genova 24

Genova, “Mondo in pace”: al Munizioniere la fiera che “semina” diritti

Palazzo ducale

Genova.Genova, da mercoledì 12 a sabato 15 ottobre, diventa capitale della pace e dei diritti, valori universali e cruciali per il nostro futuro e la nostra umanità, messi però continuamente a durissima prova in un mondo dove i conflitti continuano a divampare.

Affermare i valori della pace e dei diritti umani, rafforzando e mantenendo vivo il dialogo e l’incontro con gli altri è la difficile e appassionata sfida di Mondo in Pace, la fiera di educazione alla pace e alla non violenza ideata dal Laborpace della Caritas con il sostegno della Provincia di Genova, della Fondazione Cultura Palazzo Ducale e del Comune di Genova, i patrocini della Regione, dell’Università e del Miur.

Mondo in Pace sarà inaugurato mercoledì 12 ottobre alle 11 negli spazi del Munizioniere di Palazzo Ducale dal presidente della Provincia Alessandro Repetto con gli assessori alle iniziative di Pace Milò Bertolotto e all’istruzione Francesco De Simone, l’assessore Paolo Veardo per il Comune di Genova, il direttore della Caritas diocesana monsignor Marino Poggi e il presidente del Celivo Stefano Tabò. La Fiera della Pace – che animerà il Munizioniere sino al 15 ottobre – è ispirata quest’anno alla ricerca di ciò che davvero conta per far crescere la nostra umanità e la capacità di convivere, imparando innanzitutto a desiderare un futuro di pace contro la rassegnazione e la paura, sfida sintetizzata nel messaggio “ciascuno cresce solo se è desiderato” . Tra gli appuntamenti delle quattro giornate (tutto il programma è in rete sul sito www.mondoinpace.it ) la mostra interattiva ‘Conflitti, litigi e altre rotture’ che esplora i conflitti quotidiani, senza suggerire modelli o risposte pronte, ma rielabora questi vissuti attraverso racconti, esperienze, dialoghi per far riflettere i ragazzi sul proprio modo di reagire ai sentimenti, le modalità di difesa, di espressione di sé e dei propri bisogni e dissipare l’idea di minaccia associata in genere al conflitto. Mercoledì 12 alle 17.45 l’incontro ‘Non c’è educazione senza desiderio’ con l’assessora provinciale Milò Bertolotto, il presidente dei maestri di strada di Napoli Cesare Moreno e il responsabile del LaborPace Fabrizio Lertora che presenteranno il
libro di Carla Melazzini ‘Insegnare al principe di Danimarca’. Giovedì 13, sempre alle 17.45, l’incontro ‘Dalla religione del potere alla religione del desiderio’ con Alberto de Sanctis dell’Università di Genova, Walter Massa dell’Arci Liguria e don Franco Doragrossa del Movimento Ragazzi che presenteranno il libro ‘La fede ribelle’ in Fabrizio De Andrè, Aldo Capitini e Pier Paolo Pasolini.

Venerdì 14 alle 17.45 la presentazione del libro-dvd ‘Malkia-Regine’ sul diritto a desiderare nelle strade di Nairobi con Daniela Cuomo (Amref Italia), Lorella Trancossi (Reggio Children) e l’autrice Letizia Quintavalla. Sabato 15 alle 17 il cardinale arcivescovo Angelo Bagnasco, il direttore del Centro psicopedagogico per la pace e la gestone dei conflitti di Piacenza, Daniele Novara, e il presidente della Fondazione Palazzo Ducale Luca Borzani inaugureranno il primo incontro del ciclo dell’Università dei genitori nata per comprendere collettivamente che oggi genitori si diventa attraverso la disponibilità a mettersi in gioco, a imparare, a confrontarsi con gli altri impegnati sulla stessa
strada.