Quantcast

Fondazione Carige, progetto “Età Libera”: al via i laboratori per l’ecosostenibilità

Genova. Sono stati presentati oggi nel corso della tavola rotonda “TERRA bene comune. Attori e strategie per la transizione”, che si è svolta presso la Biblioteca Berio di Genova, i Laboratori per l’ecosostenibilità organizzati nell’ambito del Progetto “Età Libera” di Fondazione CARIGE da Auser Liguria.

I Laboratori nascono con l’obiettivo di formare sul territorio una gruppo di facilitatori in grado di diffondere comportamenti e stili di vita eco-compatibili. Il punto di partenza di questo progetto è la consapevolezza che è sempre più necessario lavorare per costruire un’”altraeconomia”, fondata su un nuovo patto uomo-ambiente.

La scommessa del Progetto “Età Libera” è quello di coinvolgere gli anziani su queste tematiche sulle quali si gioca il nostro stesso futuro della società. Sono loro infatti i principali referenti dei Laboratori prima di tutto come partecipanti ai corsi, con l’obiettivo di trasformarli in “testimonial” della sostenibilità per diffonderla e farla conoscere in famiglia, nei loro luoghi di aggregazione, tra gli amici; e in secondo luogo come cittadini che, a loro volta, saranno formati nel corso di altri incontri e iniziative dai partecipanti a questa prima serie di corsi. I Laboratori riguardano diversi temi – biodiversità e sovranità alimentare, gestione dei rifiuti, salute e prevenzione, risparmio energetico, mobilità sostenibile – e sono organizzati in 10 appuntamenti gratuiti, dal 14 ottobre 17 febbraio 2012, che comprendono sia lezioni in aula (che si svolgeranno dalle 14 e 30 alle 18 e 30 sempre presso la Biblioteca Berio) con la partecipazioni di esperti e professionisti di diversi settori, sia visite a siti di interesse, tra cui, per esempio, i siti del riciclo di AMIU, l’impianto per il compostaggio in Val Varenna e la casa Ecologica di Albenga.

Ogni incontro prevede un’introduzione da parte di un moderatore e due relazioni su temi specifici, seguiti da attività interattive guidate di gruppo di approfondimento e progettazione.

I Laboratori, come tutte le attività realizzate nell’ambito del Progetto “Età Libera” hanno l’obiettivo di investire sugli anziani, in particolare su coloro che hanno energie, competenze e capacità, per accrescere le loro conoscenze, prevenire l’analfabetismo di ritorno, valorizzare la memoria, l’interculturalità, l’intergenerazionalità.

Il Progetto, infatti, anticipa e rende concrete le indicazioni dell’Unione Europea che ha definito il 2012 “Anno europeo dell’invecchiamento attivo”, con lo scopo di incoraggiare e sostenere l’impegno delle istituzione e della società a mobilitare il potenziale degli anziani, mettendo in moto un percorso virtuoso che deve portare ad un un cambiamento culturale radicale che abbia come principio base una nuova idea di vecchiaia come cultura dell’arco della vita.

E’ questo l’obiettivo principale del Progetto Età Libera di Fondazione Carige: confutare gli stereotipi e i pregiudizi diffusi in larga parte della società e proporre un’idea di invecchiamento come un’epoca della vita nella sua interezza, da vivere in modo positivo come Età Libera; un’età in cui le persone siano di nuove poste al centro in quanto titolari di diritti-doveri, capaci di apprendere, di riprogettarsi, di stabilire relazioni intergenerazionali, interculturali e di impegnarsi nella cittadinanza attiva e nel volontariato.

Tra gli esperti e i professionisti coinvolti Alberto Ariccio, progettista di edifici a basso consumo energetico, Andrea Bignone, responsabile di Italia Nostra sui temi delle infrastrutture territoriali e la mobilità, Giorgia Bocca, responsabile locale Terra!Genova, Giorgio Ceccarelli, membro del Consiglio Nazionale FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), Claudio Culotta, medico, Giorgio Mallarino, presidente di Federabitazione Liguria e progettista bioclimatico, Franco Montagnani, referente del Circolo di Legambiente G. Rebora sui temi legati alle infrastrutture territoriali ed allo smaltimento dei rifiuti, Enzo Parisi, biologo e presidente Associazione Amici Orto Botanico Università di Genova, Gianfranco Porcile, presidente sezione della Liguria ISDE (Medici per l’Ambiente), Federico Valerio, responsabile Servizio di Chimica Ambientale presso l’IST ed ex Presidente della Sezione di Genova di Italia Nostra e Luca Zane, dirigente responsabile della comunicazione di AMIU.

Per le iscrizioni e per conoscere il calendario completo dei Laboratori di sostenibilità: www.auserliguria.it oppure telefonare ai numeri 010 2488101 – 335 1788666.