Economia

Fincantieri: trovato l’accordo sul comparto militare

sciopero fincantieri3

Genova. A seguito di una lunga riunione tenutasi ieri nella sede della Confindustria genovese, sindacati e Fincantieri sono più vicini nella vertenza per il comparto militare.

Fim-Cisl e Uilm hanno firmato un verbale di riunione che prevede il mantenimento degli stabilimenti di Riva Trigoso e Muggiano, ridefinendone l’organizzazione sulla base di un cantiere integrato. Previsti ammortizzatori sociali per il personale in eccedenza, circa 250 lavoratori, e incentivi alla pensione per gli aventi diritto.

Mercoledì il verbale della riunione sarà sottoposto alle assemblee dei lavoratori per il via libera all’accordo. Polemica la Uilm per l’assenza, all’incontro di ieri, della Fiom: “Un sindacato serio – commenta Antonio Apa, segretario generale della Uilm Liguria – non persegue la logica del ‘tanto peggio tanto meglio’, ma partecipa ai negoziati e discute del futuro dei lavoratori”. Sono circa 2.100 i lavoratori al momento impegnati da Fincantieri nel comparto militare.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.