Quantcast
Cronaca

Fincantieri, Morgillo (Pdl): “Solidale con le maestranze, ma con la protesta non si risolve nulla”

Genova. “Ho accettato, questa mattina in Consiglio regionale, per spirito di servizio e solidarietà, di sottoscrivere e votare positivamente l’ordine del giorno su Fincantieri, ma ritengo che questo non sia il modo per andare incontro alle aspettative ed alle legittime richieste dei lavoratori. Ancora una volta per affrontare un problema reale si sceglie la via della protesta senza nessuna idea e nessuna proposta percorribile compromettendo anche la funzionalità del Salone Nautico evento economico più importante della nostra regione”. Così dichiara il Vice Presidente del Consiglio Regionale Luigi Morgillo.

“Nonostante gli appelli del Presidente dell’Ucina e degli Industriali che pur condividendo le legittime preoccupazioni dei lavoratori della Fincantieri avevano chiesto di non far coincidere con manifestazioni di protesta l’attività del Salone Nautico, la città continua ad essere immobilizzata, si bloccano le istituzioni e tutto questo solo per chiedere l’attivazione di Tavoli Regionali e Nazionali per i quali sarebbe bastato un semplice Ordine del Giorno così come peraltro abbiamo fatto approvandolo all’unanimità in Consiglio regionale”.

Luigi Morgillo conclude: “Non credo che queste manifestazioni possano contribuire a portare nuove commesse, credo invece che il problema Fincantieri vada affrontato con serenità garantendo prima di tutto che non ci siano licenziamenti e che gli eventuali esuberi vengano gestiti con ricollocazioni o attraverso lo strumento degli ammortizzatori sociali”.