Fincantieri: il corteo attende risposte dal ministro Romani - Genova 24
Cronaca

Fincantieri: il corteo attende risposte dal ministro Romani

Genova. Agg. h 13.28. La situazione all’interno del palazzo della Prefettura, in via Roma, è di stallo totale. Marta Vincenzi e Claudio Burlando sono riuniti da più di un’ora con il prefetto Musolino per contattare il ministro Romani, ma il trascorrere del tempo è un segno evidente che da Roma, invece, continuano a non arrivare le risposte richieste. Nella stanza attigua, in attesa di novità, sono riuniti gli altri esponenti politici, i sindacati e i giornalisti.

ll Prefetto di Genova Antonio Musolino, la sindaco Marta Vincenzi e il presidente della Regione Claudio Burlando stanno contattando il ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani per ricevere immediatamente risposte concrete in merito al futuro del cantiere di Sestri Ponente. Un tavolo iniziato subito dopo l’arrivo del corteo dei lavoratori in via Roma, caratterizzato da momenti di tensione, soprattutto quando il rappresentante della Fiom Cgil, Francesco Grondona, ha fatto notare al Prefetto che non era necessario un simile spiegamento di forze dell’ordine, soprattutto visto che si tratta di un corteo pacifico, a cui partecipano anche le istituzioni.

L’impressione di Grondona è stata quella di voler creare una sorta di provocazione per fare reagire i lavoratori, ma il Prefetto ha garantito che lo schieramento è presente solo per motivi precauzionali.

Grondona ha anche detto di non poter tornare sulla strada accontentandosi di una risposta in generale, ma ha spiegato che i lavoratori vogliono certezze. Per questo motivo il Prefetto ha deciso di provare a contattare direttamente il ministro Paolo Romani.