Quantcast
Cronaca

Fincantieri a Roma, Mannoni: “Difendiamo la libertà di manifestare e la sopravvivenza di Sestri”

fincantieri scioepro corte tursi

Roma. Oltre 100 lavoratori dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente sono al fianco della Fiom a Roma e ora stanno procedendo in corteo verso piazza del Popolo. Una manifestazione ordinata, che ha una valenza notevole. “Non saprei dire con precisione quanti siamo, ma sicuramente qualche migliaio di persone – spiega Antongiulio Mannoni, Cgil Genova – la politica ha tentato di usare i fatti violenti del 15 ottobre per far venir meno un diritto fondamentale, ovvero quello di poter democraticamente manifestare. Proprio per questo il corteo di oggi ha un’importanza notevole”.

Gli operai sono in piazza non solo per difendere la libertà di manifestare, ma anche per ribadire che il cantiere di Sestri Ponente deve rimanere operativo. “Lo stabilimento deve sopravvivere – continua Mannoni – sappiamo che il Presidente della Repubblica è intervenuto sulla questione e ora speriamo che arrivi qualche risultato positivo, visto che fino ad ora non abbiamo saputo più nulla”.

Lunedì prossimo le parti dovrebbero essere convocate a Roma per fare il punto sui carichi di lavoro di tutti i cantieri, compreso ovviamente quello di Sestri Ponente. Se non ci saranno novità, però, la Fiom ha già annunciato la possibilità di altre iniziative di protesta.