Quantcast
Altre news

Difendi Santa, Carannante: “La minoranza uscita dal comitato prepara il golpe”

Andrea Carannante

Santa Margherita. La minoranza fuoriuscita dal comitato prepara il golpe, e presenta le firme raccolte da noi tutti.

Sono circa 3000 le firme raccolte da noi tutti, che verranno presentate dai fuoriusciti del comitato, alcuni dichiaratamente, come il Dott. Andrea Delpino, favorevoli alla speculazione chiamata porto “Cavour”, altri da mesi silenti impantanati nel fango della vecchia politica che li ha visti protagonisti negli anni passati.

Nel frattempo il Comitato prosegue la sua battaglia preparando le osservazioni al nuovo progetto, ed elaborando un prospetto con allegato un piano di lavoro possibile per un porto riqualificato, che rimanga in mano ai cittadini sammargheritesi, da sottoporre alle istituzioni competenti.

Registriamo con soddisfazione il boom di richieste di amicizia sulla pagina facebook “difendi santa no porto”, dovuta probabilmente alla ripresa della lotta contro ogni speculazione del Comitato, e un record di accesso al sito del Comitato http://difendisanta.blogspot.com/.

Non perderemo altro tempo dietro inutili polemiche, il compito del comitato è, e resta, quello di contrastare mega progetti inutili, che stanno ipotecando e devastando il futuro della nostra città, dove la classe politica è nei fatti connivente, e i “finti” oppositori sempre più ostaggio di un far west dove imperversano comitati d’affari, clientele e opportunismo personale e politico.

Per quello che riguarda il capriccio delle firme custodite solo da alcuni soggetti che appartenevano al comitato, che dire: i cittadini sanno benissimo i motivi per cui hanno firmato e solo loro sono i legittimi proprietari.

Andrea Carannante, Pcl e Comitato Difendi Santa