Contestazione Samp, indagati dalla Digos i tifosi, la società condanna - Genova 24
Sport

Contestazione Samp, indagati dalla Digos i tifosi, la società condanna

pullman sampdoria

Genova. E’ ancora scossa dalla contestazione di ieri sera la Sampdoria, accolta all’aeroporto di Genova da una quarantina di tifosi molto arrabbiati per la disfatta per 4-2 contro la Nocerina. Mentre la società sta meditando sul da farsi e aumentano le voci di un cambio di allenatore, con Iachini al posto di Atzori, la Digos indaga per l’aggressione ai giocatori. “La protesta è trascesa” si è limitato a dire un dirigente delle società. Dalle parole si è passati anche ai pugni e uno di questi avrebbe colpito con violenza il difensore Andrea Rispoli che ha avuto un dente rotto, e l’ungherese Laczko. La polizia ha sequestrato le immagini a circuito chiuso dell’ aeroporto Cristoforo Colombo che avrebbero ripreso l’aggressione. Secondo quanto ricostruito, sono state lanciate uova, pomodori ed arance, poi c’é stata una colluttazione con alcuni giocatori.

E’ arrivata intanto nel pomeriggio la condanna dell’episodio da parte della società: l’U.C. Sampdoria stigmatizza in maniera netta quanto avvenuto. Nessun risultato sportivo, seppur fortemente negativo come la vergognosa prova offerta da tutta la squadra a Nocera, può giustificare un’azione pari a quella accaduta al rientro dalla Campania”, comunica la società blucecerchiata ai propri tifosi.

“La tifoseria blucerchiata – continua la nota – da sempre, si è contraddistinta per il fortissimo attaccamento ai colori e per il rispetto di tutte le componenti. Comprendiamo la frustrazione e il senso di impotenza dei nostri tifosi già duramente provati dai risultati sportivi della scorsa stagione, ma chiediamo a tutti di manifestare il proprio legittimo dissenso senza che questo trascenda in atti violenti”

Più informazioni