Quantcast

Chiavari, dopo 60 anni: al Cantero ritorna l’Aida

Teatro Cantero Chiavari

Chiavari. L’Associazione “Ritorno all’Opera” inaugura il quinto anno di attività al Teatro Cantero di Chiavari il giorno 28 ottobre (ore 21.00) presentando l’opera lirica Aid, opera in quattro atti di Giuseppe Verdi su libretto di Antonio Ghislanzoni. Questo prestigioso titolo per celebrare gli 80 anni di vita del Teatro Cantero con un’opera che non viene rappresentata da 60 anni in questo Teatro e che vede, rinnovata, l’importante collaborazione con il Teatro stesso e con l’”Associazione Amici del Teatro e del Tigullio”.

Per l’occasione verrà presentato un nuovo allestimento scenico in prima visione assoluta realizzato da “Arte Scenica S.a.s.” su un nuovo progetto di Artemio Cabassi e Marco Castellano. Lo stesso Artemio Cabassi firmerà la regia e i costumi dello spettacolo. L’evento vedrà la partecipazione di cantanti affermati a livello internazionale, come il tenore Valter Borin nel ruolo di “Radames”, il mezzosoprano Barbara Vivian nel ruolo di “Amneris”, il baritono Ivan Marino nel ruolo di “Amonasro”, e con alcuni graditi ritorni: di Anna Pirozzi che, dopo il grande successo in Nabucco nel 2009, sarà “Aida”; di Paolo Battaglia, Zaccaria nello stesso Nabucco, che sarà “Ramfis”; completeranno il cast Frano Lufi nel ruolo del “Re” e Alessandro Fantoni con Giulia Miy nei ruoli del “Messaggero” e della “Sacerdotessa”.

Valter Borin, tenore, è diplomato in Pianoforte e in Composizione presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Parallelamente studia ed approfondisce l’arte del canto lirico, passione che lo porta a cantare nei più importanti Teatri italiani e stranieri: Fondazione Arena di Verona, Auditorio Nacional di Mexico City, Teatro Nazionale di Atene, Teatro Lirico di Cagliari, teatri di Como, Cremona, al Grande di Brescia e al Fraschini di Pavia, Deutsche Oper di Berlino, Opera di Roma, Opernhaus di Klagenfurt, teatro Mikhailovsky di San Pietroburgo, Teatro Carlo Felice di Genova. Ha collaborato con grandi registi e direttori d’orchestra, tra i quali Luca Ronconi, Pier Luigi Pizzi, Hugo de Ana, Vincenzo Scaparro, Liliana Cavani, Robert Wilson, Daniel Oren, Bruno Campanella, Donato Renzetti, Nello Santi.

Altri graditi ritorni saranno il “Coro dell’Opera di Parma” diretto dal M° Emiliano Esposito e del M° Stefano Giaroli alla guida dell’Orchestra Sinfonica dei “Cantieri d’Arte” di Reggio Emilia.