Quantcast
Sport

Calcio, Eccellenza: Arenzano sconfitto a Finale, cronaca e tabellino

P1270788

Finale Ligure. Si è decisa nelle fasi conclusive del primo tempo la sfida tra Finale e Arenzano. I giallorossi, dopo un predominio territoriale sterile nei primi 37 minuti, hanno infilato la porta ospite tre volte in cinque giri d’orologio. I biancocrociati sono così capitolati e nella ripresa, pur abbozzando una reazione, hanno subito la rete del 4 a 0.

Buttu manda in campo Porta tra i pali; in difesa, da destra a sinistra, Kryemadhi, Okseti, Olivieri, Puddu; a centrocampo De Campo, Scalia, Sancinito, Ferrara; Capra e Perlo davanti. Casone risponde con Rotondo in porta; Chierici, Komoni, Buffo, G. Aloe sulla linea difensiva; Bonadies e F. Baroni davanti alla retroguardia, Perasso e Longhi più avanzati; Scali e Battaglia in attacco.

Nelle prime fasi dell’incontro i locali incidono soprattutto sulla fascia destra, mentre l’Arenzano si propone con qualche fiammata nel tentativo di innescare Scali. Al 6° De Campo ha spazio, crossa basso per Perlo, Rotondo lo anticipa a terra. Sull’altro fronte Scali, ben lanciato, entra in area e prova il tiro ma manda alto. Al 12° ancora un’incursione del numero 9 ospite: Porta è costretto ad uscire con i piedi per allontanare, il pallone giunge a Chierici che dalla trequarti prova ma non inquadra la porta.

Al quarto d’ora l’Arenzano perde palla nella propria metà campo, De Campo tocca avanti per Perlo che dribbla Baroni e tira: Rotondo blocca. Poco dopo è Puddu a portar palla con insistenza, evitando i tentativi di sottrargliela degli avversari, quindi tocca a Capra che conclude da fuori area, Rotondo è ancora attento.

Al 20° ancora una ripartenza giallorossa sulla fascia di De Campo, il quale avanza e mette in mezzo per Scalia che, contrastato da Bonadies, manda a lato. La difesa locale tuttavia non mostra grossa sicurezza in alcune occasioni e Porta è nuovamente chiamato ad uscire dall’area per spazzare via il pallone.

La gara vive un periodo di stanca, prima del pirotecnico finale di tempo che inizia al 35° con un lungo lancio di Baroni, Olivieri respinge corto, Battaglia riprende e tocca per Perasso che cerca il tiro di precisione, Porta para senza problemi. Cambio di fronte e Capra si esibisce in una rovesciata da applausi: palla di poco a lato alla sinistra di Rotondo.

Al 38° il risultato si sblocca: passaggio millimetrico di Perlo per Capra che riceve al limite del fuorigioco, elude l’intervento di Aloe e con un tocco preciso batte Rotondo. Palla al centro, i giallorossi ne riprendono il possesso, Sancinito lancia lungo per Capra che da posizione pressoché identica a quella del goal prova il pallonetto: alto, non di molto.

Al 40° Capra insiste, serve Perlo che controlla e viene abbattuto da Rotondo. Calcio di rigore: Capra insacca sotto la traversa. E’ il 2 a 0 e il fantasista locale si esibisce in una serie di capriole correndo ad esultare sotto i tifosi di casa. Non è finita: al 43° De Campo lancia in verticale Perlo che riceve, alza la testa e con uno splendido tocco sotto infila alle spalle del portiere il goal del 3 a 0.

Gli ospiti, storditi dai tre colpi ricevuti, protestano per un fuorigioco. Al 46° sbandano ancora: lancio lungo di Porta, Perlo fa da sponda per Capra, tocco sulla sinistra per Ferrara che prova il diagonale, a fil di palo. L’ultimo tentativo è di De Campo da fuori area: Rotondo si distende in tuffo sulla sua sinistra evitando la quarta rete.

L’avvio di secondo tempo, dopo un solo minuto, vede Perlo provare a inventarsi il goal della domenica: da distanza siderale, all’altezza della linea laterale, vede Rotondo avanzato e fa partire un gran tiro che si stampa sulla base del palo.

Da quel momento in poi la squadra allenata da Buttu si limita a controllare, lasciando l’iniziativa agli ospiti che, tuttavia, faticano ad incidere. Anzi, al 13° è ancora il Finale a farsi pericoloso: lancio di Sancinito per Capra che sfugge alla difesa arenzanese e cerca il tocco di precisione, sfiorando il palo. Poco dopo Buffo imbecca Garetto che dalla destra prova il diagonale, a lato. L’Arenzano ci prova: Longhi dalla sinistra mette in mezzo per Garetto, Olivieri in scivolata lo anticipa mettendo in angolo. Sugli sviluppi del corner tiro da dimenticare di Battaglia.

Al 18° Scalia recupera palla a centrocampo, serve Capra che si invola verso la porta e prova a battere Rotondo, ma questi ci arriva con un piede. Capra resta a terra per crampi, poco dopo verrà sostituito. Ma prima lascia ancora il suo segno sulla partita. Dopo un tentativo pericoloso ma troppo egoistico di Ferrara, al 24° il neo entrato Castorina vede Capra dimenticato sulla sinistra e lo serve, il numero 9 locale attira verso di sé un difensore e restituisce palla, con un assist sotto porta, a Castorina che deve solamente appoggiare in rete.

L’Arenzano nel frattempo ha operato i tre cambi. Tra i nuovi entrati c’è Aloe che su punizione calcia direttamente in porta, Porta blocca. Al 29° Buffo con un preciso lancio pesca in piena area Garetto che colpisce di piatto e manda a lato alla destra del portiere. Vuol dire che per l’Arenzano proprio non c’è modo di segnare e la partita scorre senza sussulti verso la fine.

Al 42° Buffo dal limite prova il sinistro, Porta blocca a terra. L’arbitro calma la panchina ospite che protesta per un fuorigioco fischiato a Aloe. Al 45° lungo lancio di Olivieri, tocco di Perlo per Castorina che viene anticipato. Nell’azione successiva il numero 18 locale si trova solo in area ma spara clamorosamente alto. L’ultima nota di cronaca è al 47°: Okseti atterra Battaglia, la punizione calciata da Aloe è fuori misura.

Il tabellino:
Finale – Arenzano 4 – 0 (p.t. 3 – 0)
Finale: Porta, Kryemadhi (s.t. 32° Barducci), Puddu, Scalia, Okseti, Olivieri, De Campo (s.t. 20° Castorina), Sancinito (capitano), Capra (s.t. 35° Scannapieco), Perlo, Ferrara. A disposizione: Macchiarella, Tornatore, Guardone, Recagno. All. Buttu.
Arenzano: Rotondo, Chierici, G. Aloe (s.t. 9° Garetto), Buffo, Komoni, F. Baroni, Perasso (s.t. 9° Carpignano), Bonadies, Scali, Battaglia (capitano), Longhi (s.t. 22° S. Aloe). A disposizione: Mancuso, L. Baroni, Cannata, Profumo. All. Casone.
Arbitro: Parodi (Savona). Assistenti: Trucco e Magri (Imperia).
Reti: p.t. 38° Capra (F), 40° Capra (F), 43° Perlo (F), s.t. 24° Castorina (F).
Ammonizioni: p.t. 27° Scali (A), 37° F. Baroni (A), 38° G. Aloe (A).
Calci d’angolo: Finale 5, Arenzano 3.
Fuorigioco: Finale 7, Arenzano 4.
Recupero: 2′, 3′.