Cronaca

Blu area a San Fruttuoso, la rabbia degli Indignati: “Dovevano aspettare la sentenza del Tar”

Genova. Da mercoledì scattano le blu area a San Fruttuoso e come era supponibile continua a crescere la rabbia di chi le ha sempre contrastate, in primis gli ambulanti, che insieme a numerosi cittadini recentemente hanno costituito il gruppo “Indignati” contro le blu area. I residenti hanno tempo fino a oggi per chiedere il permesso per la zona ‘R’, a pagamento dalle 8 del mattino alle 20 di sera.

“I nostri ricorsi al Tar, tre scioperi e una lunga serie di manifestazioni contro la progressiva estensione dei parcheggi a pagamento in tutta la città non sono serviti – spiega Giuseppe Occhiuto, movimento Indignati e referente Aval – non siamo mai stati ascoltati dal mondo della politica, che sembra completamente indifferente alle esigenze dei commercianti e della popolazione”.

L’abbonamento per i residenti avrà un costo di 25 euro all’anno. “A proposito dell’abbonamento annuale, quello che le autorità non dicono è che varrà solo per la zona in cui si abita, ma non per tutte le altre aree della città – continua Occhiuto – è una presa in giro perché chi dovrà recarsi a lavorare fuori dal suo quartiere spenderà un sacco di soldi per il parcheggio. Così si compromette il diritto alla mobilità, per non parlare del fatto che tutti i soldi che entreranno alla Genova Parcheggi saranno tolti dalle tasche del commercio, cioè dalle tasche di chi anima e rende viva la città e i quartieri”.

Secondo gli Indignati la situazione diventerà sempre più tragica. “Rischieranno di perdere il lavoro almeno un migliaio di persone perché se le entrate degli ambulanti e dei commercianti caleranno, ovviamente non potranno più permettersi di pagare gli stipendi. In alcuni casi purtroppo è già accaduto – continua Occhiuto – la sentenza del Tar è prevista per il 19 gennaio, quindi per la creazione delle aree a pagamento avrebbero dovuto aspettare almeno quel giorno. Nel caso dovessimo perdere, infatti, ci rimetteremo alla legge, perché non siamo delinquenti, ma per noi la possibilità di vittoria è molto alta. Tra l’altro, ancora prima, potrebbe arrivare la sospensiva d’urgenza”.

Nel frattempo gli Indignati, attraverso il Nuovo Psi, hanno presentato un’interrogazione al presidente della Camera Fini e a quello del Senato Schifani proprio su questo argomento.