Quantcast
Sport

Ascoli-Sampdoria: le nostre pagelle

bandiere samp

Fuori casa la Samp continua a fare risuloati ma il gioco non decolla. Bene aver ritrovato Piovaccari.
Romero 6,5, – trafitto dalla nuca di Costa, deprime tutte le velleità di Papa Waigo, quanta sicurezza, quanta fermezza. Tradito.

Rispoli 6,5 – l’Ascoli non è una squadra arrembante, è vero. Forse a Rispoli si potrebbe chiedere più precisione nei puntualissimi affondi, ma quella fascia lì la ara ben bene. Trattore.

Gastaldello 6,5 – la forma forse non è ancora la migliora, ma riesce a tamponare Papa Waigo quando lo incrocia, è abile in area e oggi è stato imbattibile di testa. Lucido.

Costa 5,5 – insomma se una palla gli è sbattuta sulla nuca ha trafitto Romero forse non è proprio colpa sua, ma deve ricorrere alla maniere forti su Soncin e si becca una ammonizione che poi pesa su tutte le giocate successive. Condizionato.

Castellini 5,5 – ha il merito di fare il cross per il pareggio della Samp, ma poi è titubante quando difende e non spinge sulla sua con la continuità di Rispoli.

Foggia 6,5 – non ci era piaciuto, ci stavamo già chiedendo perché Atzori lo avesse tenuto in campo invece di togliere Semioli, stavamo ancora imprecando per il gol sbagliato qualche minuto prima dello scadere, poi gli arriva sta palla sul sinistro e butta dentro, con classe, con precisione. Ci siamo tolti il capello. Infartuante.

Palombo 5 – non ci azzardiamo a dire che le responsabilità siano solo di Palombo, e siamo sicuri che non si tirerebbe indietro nel prendersele, però è vero che se il gioco latita molto dipende dal centrocampo, e a centrocampo c’è lui. Scollegato.

Bentivoglio 5 – prezioso per l’impegno che ci mette, ma non ha lucidità è un brutto errore a pochi minuti dalla fine concede un pericoloso contropiede agli avversari. Stesso discorso fatto per Palombo. Rimandato.

Semioli 5,5 – per gran parte della partita fa meglio di Foggia (intendiamoci, Foggia aveva fatto ben poco), ma non riesce mai a completare giocate risolutive. Sballonzolato. Dal 25’ del st. Laczko 6 – qualche sgroppata, un po’ di vitalità ma poco incisivo. Soddisfacente.

Bertani 5,5 – non è più quella scatole magica che avevamo ammirato le primissime partite della Samp, ha perso il feeling con la porta però sembra a suo agio con Piovaccari al fianco. Scivoloso. Dal 41’ st Fornaroli sv – entra e la Samp vince. Talismano.

Piovaccari 6,5 prima partita da titolare, ci mette fisico e agonismo e si scrolla tutte le frustrazioni delle panchine passate. Bestiale. Pozzi 5,5 – non la becca mai e non è completamente colpa sua. Svogliato.

Atzori 5,5 – cambia di nuovo formazione, ma durante la partita non riesce a dare la scossa. Aspettando il gioco effettivamente fuori casa vince (quasi) sempre.
Rasserenato.