Quantcast

Alberghi, Hotels.com: in Italia prezzi invariati rispetto al 2010

Nonostante la crisi, i prezzi degli alberghi in Italia sono rimasti invariati. E’quanto rivela uno studio di Hotels.com effettuato in tutto il mondo. Secondo l’analisi il prezzo medio nel Belpaese nel primo semestre del 2011 si aggira sui 105 euro a notte, stessa cifra del primo semestre 2010.

Questo valore, tuttavia, nasconde molte variazioni a livello delle singole destinazioni: mentre alcune località turistiche hanno infatti registrato aumenti nei prezzi degli hotel (ad esempio Ravenna +14% e Limone sul Garda +21%), altre si sono rivelate particolarmente convenienti e tra queste spiccano soprattutto le città siciliane e sarde. Alghero e Olbia sono le località sarde che hanno subito la più importante diminuzione nei prezzi, risultando una meta perfetta per chi desidera godersi le ultime giornate di sole soggiornando a buon prezzo. Alghero ha registrato un calo del 21%, raggiungendo una media di 112 euro a notte, quasi al pari di Olbia (-20%), in cui una camera è arrivata a costare 103 euro a notte. Il Sud della Sardegna, però, rimane la zona più economica in assoluto nell’isola. Infatti, nonostante Cagliari abbia registrato una variazione percentuale nei prezzi dell’-1%, è possibile pernottare nel capoluogo sardo ad un prezzo medio di 80 euro a notte. Chi ama le vacanze sole-mare, ma non vuole rinunciare ad un tour tra le rovine greche, può orientarsi verso la Sicilia, e in particolare Agrigento o Giardini-Naxos, approfittando dell’importante calo di prezzi negli hotel in queste città: secondo lo studio, infatti, nel 2011 entrambe le destinazioni hanno visto scendere i prezzi degli hotel del’11%. Anche altre località siciliane, come Catania e Palermo, si sono rivelate particolarmente a buon mercato. L’unica nota in controtendenza nel 2011 è Taormina che, con 140 euro per camera a notte, si è dimostrata una destinazione molto popolare e ha visto i prezzi aumentare del 6%.

Più informazioni