Quantcast

Accordo Comune e Elsag: passi importanti verso Genova “smart city”

Genova. Un Protocollo di Intesa per collaborare alla definizione di un modello di “Genova Smart City”. È quello firmato da Marta Vincenzi, sindaco del capoluogo ligure, e Paolo Aielli, amministratore delegato di Selex Elsag, una società Finmeccanica, nel corso di una visita del primo cittadino alla sede genovese della società, alla quale ha partecipato anche il vicesindaco Paolo Pissarello.
Il progetto “Genova Smart City” ha come obiettivo quello di migliorare la qualità della vita dei genovesi attraverso uno sviluppo economico rispettoso dell’ambiente, sostenibile ed efficiente da un punto di vista energetico, basato sul ricorso a soluzioni e tecnologie innovative.
In questo contesto, Selex Elsag metterà a disposizione del Comune di Genova la sua esperienza nel settore della comunicazione in rete. ICT per promuovere iniziative a supporto di una “città intelligente” sia sul fronte delle infrastrutture sia su quello dei servizi, come ad esempio l’erogazione in forma digitale, attraverso reti a banda larga diffuse e pervasive, di informazioni e prestazioni di pubblica utilità a cittadini, imprese e istituzioni.

Le principali aree di collaborazione tra Selex Elsag e il Comune riguarderanno il risparmio energetico e la sicurezza al cittadino. Nel primo ambito rientra l’analisi dei consumi di alcuni immobili del Comune – quali ad esempio musei, uffici, teatri e la stessa sede del Comune a Palazzo Tursi – con l’obiettivo di raccogliere e analizzare informazioni utili per attuare interventi per rende sempre più efficiente il risparmio energetico. Nel secondo ambito verrà realizzato uno studio per incrementare la sicurezza pubblica all’interno dell’area della Maddalena. In particolare, saranno definite le modalità di coinvolgimento del cittadino nella segnalazione di situazioni di emergenza, anche attraverso l’attivazione in modo semplice – ad esempio tramite cellulare – delle strutture preposte alla sicurezza.