Quantcast
Cronaca

Villanova, cantiere lampo per la Piaggio, Burlando: “Fatto significativo”

Villanova d’Albenga. Gli operai della Piaggio Aero Industries riceveranno gli auguri di Natale a Finale Ligure, ma in quel periodo il nuovo stabilimento di Villanova sarà già ultimato: il tempo di traslocare attrezzature e macchinari, e allora, al rientro delle ferie estive del 2013, i dipendenti cominceranno ad operare nelle officine sull’area ingauna. La marcia del cantiere secondo cronoprogramma spacca il minuto, anzi per la precisione è in anticipo di una settimana, dopo le tante lungaggini burocratiche che hanno preceduto la delocalizzazione dell’impianto verso ponente.

Era visibilmente soddifatto oggi Piero Ferrari, presidente del colosso aeronautico, accompagnato dall’amministratore delegato Eligio Trombetta, dal geometra Pier Paolo Ponchia (che realizzerà la trasformazione urbanistica delle aree finalesi) e dal governatore regionale Claudio Burlando. “Siamo molto contenti perché stiamo dimostrando che gli impegni presi vengono mantenuti con estrema precisione. Per Piaggio il nuovo stabilimento è una necessità e in quanto tale vogliamo accompagnarla al meglio. L’impegno è questo: auguri di Natale nel 2012 con lo stabilimento completato e ripresa lavorativa, dopo la pausa estiva 2013, nel nuovo sito produttivo di Villanova. Ad oggi siamo nei tempi del programma e continueremo ad esserlo” sottolinea Trombetta, facendosi inteprete anche del pensiero del presidente Ferrari.

Anche il sindaco Domenico Cassiano non è da meno: “Questo cantiere è stato avviato il 15 giugno scorso con la posa di una prima pietra su un prato verde: ecco come si presenta, nel suo dinamismo, oggi. E’ molto avanti. Tutti insieme abbiamo lavorato bene molto bene. Ci auguriamo che si proceda così, sino all’ospitalità completa di una grande azienda che ci ha scelto come base. Auspichiamo tutti questo legame, che riguarda il futuro industriale e cittadino”.

Secondo la variante presentata dall’azienda aeronautica ed approvata dal consiglio comunale, sarà possibile lasciare più terreno libero verso la pista dell’aeroporto, anche nell’ottica di un possibile ampliamento futuro dell’area produttiva dell’officina. Lo stabilimento non sarà più disposto su due corpi ma sarà realizzato in un unico fabbricato, in grado di ospitare capannone lavoro, uffici e museo. L’officina sarà spostata di ventotto metri a sud della pista, l’avancorpo dell’officina sarà ampliato di sei metri e lo stabile con gli uffici sarà eliminato poiché incorporato in quello principale, con 1828 metri quadrati in meno di superficie coperta, che passa da 46896 a 45068 metri quadri. Ad ottobre nell’area cantieristica villanovese sorgeranno le colonne della prima campata, sulla gettata già presente.

Il Comune, che aveva chiesto la realizzazione di un’area verde attrezzata, ha ritenuto più opportuna la realizzazione di un centro sportivo composto da una palestra di 1200 metri quadri, con un campo da tennis e un campetto da calcio, per un totale di 1936 metri quadrati, che in alcune fasce orarie potrebbe essere messo a disposizione dei lavoratori della Piaggio e delle loro famiglie.

“Il fatto che un’azienda come Piaggio, in questa fase di crisi, inauguri un cantiere per la realizzazione di una nuova sede di questa portata è un fatto significativo. La stessa azienda vive un momento complicato in un mercato che richiede nuovi posizionamenti – annota il presidente regionale Burlando – E’ ancora più importante il fatto che in tempi brevi, già dopo l’estate del 2013, si sposterà a Villanova con un impianto a maggiore sicurezza l’attività produttiva di una realtà come Piaggio”.

“L’azienda comincia ad entrare in mercati nuovi. E’ ovvio che il sostegno istituzionale c’è e proseguirà, come per tutte le industrie in Liguria. Il caso ha voluto che l’investimento nei nuovi capannoni coincidesse con questo momento acuto di crisi. Ma è proprio scommettendo sulla competitività e facendo investimenti che possiamo uscire da questo periodo. Realizzare aerei in uno stabilimento di oltre cento anni non era semplice: qui si costruisce con tecniche nuove. Sono contento che Villanova diventerà un punto di forza per una sfida che Piaggio intende vincere” conclude il governatore ligure.

Lo stesso Burlando è stato invitato per il prossimo 13 novembre alla presentazione del P180 Avanti II, il nuovo velivolo che guarda con particolare attenzione al mercato orientale e che recentemente, durante la fiera della Business Aviation in corso a Mosca, ha ricevuto la certificazione di tipo e di prodotto dall’autorità dell’aviazione civile russa. Data più strettamente interessante per il territorio savonese è quella di martedì prossimo: a Finale Ligure è in programma un vertice sulla trasformazione urbanistica delle aree Piaggio lasciate libere dall’insediamento industriale.