Quantcast
Sport

Vela, al via la Charente-Marittine/Bahia Transat: in gara la zoagliese Susanne Beyer

Inizia ufficialmente il conto alla rovescia per la partenza della Charente – Maritime/Bahia Transat 6.50, regata transatlantica in solitario a bordo dei Mini 6.50, che prenderà il via ufficialmente domenica alle 17.17 al largo di Fort Boyard, sulla costa occidentale della Francia, vicino a La Rochelle. Tra i partecipanti spicca anche una velista tigullina, la zoagliese Susanne Beyer, che fin da piccola ha coltivato questo sogno nel cassetto e finalmente sta per realizzarlo.

Susanne ha imparato a navigare insieme al padre sul Marea – un Impala 35 disegnato da Sparkman and Stevens. Dall’età di 6 anni, inoltre, si è dedicata alle derive (pur preferendo sempre la navigazione d’altura). “Dai 16 anni in poi devo navigare senza papà – racconta – mi fermo del tutto un paio d’anni, poi il richiamo torna, più forte di prima; ricomincio a fare regate nel Tigullio e subito dopo mi imbarco definitivamente, facendo della mia passione un mestiere. Lavoro su barche a vela come marinaio e – per puro caso – nel 2001 capito a bordo di un oggetto di cui mi innamorerò: Tirrenia II, un ketch aurico del 1914, che partecipa al circuito Prada, il challenge delle vele d’epoca. Mi imbarco per la stagione di regate e non scendo più. Per 5 anni ho lavorato come secondo e nel frattempo mi sono laureata in Scienze Politiche. Nel 2005 l’armatore Gianni Loffredo mi affida il comando e la gestione dei lavori di restauro”.

Il Mini 650 per Susy è sempre stato soltanto un sogno, il sogno degli altri, ammirato e seguito sulle riviste di vela. Nel 2006, però, è arrivata la svolta. “Decido che voglio provarci ed il sogno diventa realtà”. Dopo anni di sacrifici per trovare sponsor e allenarsi senza sosta, Susanne Beyer domenica prossima sarà sulla linea del traguardo al largo di Fort Boyard, pronta a competere e a dare il massimo.

A partecipare alla regata ci saranno 83 imbarcazioni che regateranno suddivise tra prototipi e imbarcazioni di serie. In totale otto italiani parteciperanno alla regata: nella classe prototipi gareggeranno Andrea Caracci (portacolori dello Yacht Club Italiano e di Marina di Loano) e Maurizio Gallo, nella classe imbarcazioni di serie, ci saranno, oltre ad Andrea Pendibene, Simone Gesi, Sergio Frattarulo, la zoagliese Susanne Beyer, Tiziano Rossetti e Giacomo Sabbatini.

La linea di partenza sarà posta al largo di Fort Boyard, un forte collocato tra l’Ile-d’Aix e l’Ile d’Orleon nello stretto del Pertuis d’Antioche. Nel vicino porto di La Rochelle verrà invece allestito il Villaggio Regate, che aprirà al pubblico dal 21 al 25 settembre.

La traversata, in solitario e senza assistenza, si corre ogni due anni e ha un percorso di 4.200 miglia (7.800 Km) che, dalla Francia porta fino a Salvador de Bahia, in Brasile, con una sola tappa a Funchal (Madeira). La competizione dura in media 30 giorni, durante i quali è vietata qualsiasi tipo di comunicazione con la terra.

Più informazioni