Quantcast

Tigullio, Settimana Europea per la Mobilità Sostenibile: ottimo il bilancio conclusivo

Tigullio. Nonostante il traffico, i ladri, le molte regole viabilistiche che non considerano i ciclisti, nelle nostre città il numero di chi si ostina a muoversi in bici aumenta costantemente.

A conclusione della Settimana Europea per la Mobilità Sostenibile alla quale hanno aderito 74 città italiane – Casarza Ligure, Lavagna e Sestri Levante nel Tigullio – l’Associazione VlVINBICI fa un bilancio delle iniziative promosse seguendo il tema di quest’anno, mobilità alternativa.

Più di 100 sono stati i bambini e ragazzi di Casarza e Sestri che sabato 17 hanno partecipato al giro in bicicletta sulle strade, ciclabili e non, dei due comuni. Un lungo serpentone colorato di piccoli ciclisti con le pettorine con la scritta “Io vado a scuola in bici” hanno animato la mattinata, con in testa l’Assessore Bixio e il presidente dell’Associazione Veirana, sottolineando ancora una volta la possibilità di muoversi in modo sano e pulito anche per andare a scuola.

1935 sono stati i ciclisti contati nei giorni 16, 19, 20, 21 e 22 in ore e postazioni diverse a Casarza, Chiavari, Lavagna e Sestri. Si equivale sostanzialmente il numero delle cicliste con quello dei colleghi maschi, con una prevalenza di uomini (53.5%) rispetto alle donne (46.5%). La punta si è registrata a Chiavari con 938 ciclisti in un giorno dalle 8 alle 12 in Piazza Matteotti, ma elevato anche il numero rilevato in Piazza S. Antonio a Sestri (152 un’ora al mattino, 129 un’ora al pomeriggio), in Piazza Cordeviola a Lavagna (120 un’ora al mattino e 200 un’ora e mezza sempre al mattino) e sulla ciclabile di Casarza (94 passaggi in due ore). Costante il numero di chi si reca in bicicletta a fare la spesa alla Coop di Sestri (una media di 46 persone dalle 9 alle 10 in tre giorni diversi) e di chi percorre la ciclabile sul lungomare di Sestri (una media di 42 all’ora). Piuttosto basso invece il dato di chi va al mattino (tra le 6.30 e le 7.30) a prendere il treno in bici alla stazione di Sestri (15 nel Piazzale della Stazione, 25 in Via Ant.Rom.Occ.).

A molti ciclisti è stato regalato un buono per una colazione scontata in uno dei bar aderenti e un gradito cioccolatino. A tanti è stata consegnata una lettera aperta ai Sindaci per sapere quali impegni precisi intendono assumersi per “premiare” i ciclisti così numerosi.