Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tennis, Aon Open Genova Challenger: attesa per le wild cards e i sorteggi

Genova. Torna a Valletta Cambiaso da domani fino all’11 settembre l’ormai tradizionale appuntamento con il tennis pro: l’Aon Open Challenger, 3° “Memorial Giorgio Messina”, torneo professionistico maschile con montepremi di 100.000 dollari.

L’edizione 2011 dell’Aon Open Challenger si presenta agli appassionati con un significativo record. Mai in nove edizioni, neppure in occasione delle ultime tre dotate di montepremi da 100.000 dollari, il numero uno della entry list ha potuto vantare una classifica più prestigiosa di quella di Andreas Seppi, numero 53 del ranking ATP. Senza contare che, da lunedì scorso, Seppi ha guadagnato altre due posizioni nella classifica mondiale.

Il tabellone del torneo è però impreziosito anche da altri quattro top 100 che si sono iscritti al torneo entro le tre settimane precedenti il via ufficiale previste dalle norme Atp, l’argentino Carlos Berlocq, finalista dell’edizione 2009 dell’AON Challenger, il portoghese Rui Machado, nazionale di Coppa Davis, Filippo Volandri e il kazako Andrei Golubev. Senza contare anche altri due atleti che sono da poco usciti dai primi 100: l’argentino Diego Junqueira e il portoghese Frederico Gil. Completando il panorama delle otto potenziali teste di serie, sarà a Valletta Cambiaso anche il francese Stephan Robert.

“L’Atp ha diramato l’entry list del Challenger di Genova – dice il direttore del torneo Giorgio Tarantola –. Sono 22 i giocatori che, insieme ai 2 special exempts, le 4 wild cards e i 4 qualificati comporranno il tabellone dei 32 che si contenderanno il titolo. Nonostante un’agguerrita concorrenza (quest’anno sono ben 6 i tornei del circuito Atp che si disputano dal 4 all’11 settembre), il torneo genovese risulta essere, considerando il ranking delle teste di serie, il migliore tra tutte le precedenti edizioni e uno dei migliori 4 tra i 150 del circuito Atp Challenger di quest’anno”.

“Ci sono ben 10 giocatori sui 22 dell’entry list che stanno giocando gli US Open e ben 11 che hanno giocato il Roland Garros – prosegue Tarantola -. Giocatori che non sono comprimari ma spesso diventano assoluti protagonisti: Golubev ha vinto l’Atp 500 di Amburgo, Gil l’Atp 250 di Estoril, Seppi l’Atp 250 di Eastburne, tanto per fare degli esempi recenti. Cercheremo di impreziosire ulteriormente il tabellone assegnando le wild card ad altri top player che usciranno dagli Us Open. Quindi questa è un’ottima occasione per vedere una fetta di Grande Slam sulla terra rossa genovese”.

L’Aon Challenger, ormai giunto alla nona edizione e intitolato dal 2009 alla memoria di Giorgio Messina, ha già centrato un piccolo record di longevità e continuità se si considera che la IP Cup, “antenata” dell’Open Challenger, dal 1990 divenuta tappa da 250.000 dollari del circuito ATP, si disputò dal 1987 al 1993, fermandosi alla settima edizione.

“La nostra famiglia e la nostra azienda appoggiano, ogni anno con sempre maggior entusiasmo, il ‘Memorial Giorgio Messina’ – dichiara Stefano Messina, amministratore delegato della Ignazio Messina – che si è ormai affermato come la manifestazione sportiva genovese di fine estate che porta nella nostra città il grande tennis internazionale grazie in particolare al contributo di tanti appassionati dell’organizzazione e al supporto degli sponsor”.

Il torneo è quindi diventato uno degli appuntamenti tradizionali nel panorama tennistico italiano e europeo, in Italia secondo per importanza solo agli Internazionali del Foro Italico, in questo favorito dal fatto di poter contare dal 2009 sull’appoggio del main sponsor Aon, gruppo leader nel mondo nel brokeraggio assicurativo e riassicurativo, quotato in Borsa con un fatturato consolidato di 7,6 miliardi di dollari e protagonista della più grande sponsorizzazione della storia sportiva, quella del Manchester United.

“E’ per me un onore sponsorizzare l’Aon Open Challenger: uno tra i più importanti Challenger italiani. Spero che questa bella sinergia tra Aon ed il Challenger di Genova si protragga negli anni. Considero questo appuntamento un’ottima occasione sia per creare interesse e seguito per questo emozionante sport, sia per dare lustro a Genova, città a cui sono particolarmente legato” dice Carlo Clavarino, amministratore delegato di Aon Italia.

Continuità, per l’Aon Challenger “Memorial Giorgio Messina” significa anche offrire al pubblico di Valletta Cambiaso lo spettacolo del grande tennis gratis fino al giovedì, e a un prezzo davvero per tutte le tasche dal venerdì alla domenica in virtù di un mini abbonamento a 15 euro per le tre giornate. In gresso gratuito sino ai 14 anni e, limitatamente al giorno della finale, per i possessori del biglietto dell’incontro Genoa-Atalanta che si terrà allo stadio Luigi Ferraris quello stesso pomeriggio.

Nell’ottica della continuità va letto anche il desiderio degli organizzatori di affiancare all’evento sportivo un appuntamento con i protagonisti del mondo dello spettacolo. Lo scorso anno toccò a Valerio Staffelli e a Maurizio Crozza giocare un doppio sul centrale di Valletta Cambiaso assieme a due azzurri di Coppa Davis, quest’anno, prima del match serale di giovedì 8 settembre, toccherà al comico genovese Ugo Dighero.

La consueta cena di gala del torneo, diventata ormai l’evento mondano genovese del mese di settembre, si terrà al Circolo IP di Valletta Cambiaso. A questo proposito Mauro Iguera, presidente del comitato organizzatore, dichiara: “Vorrei focalizzare l’attenzione dei media sulla cena di gala che anche quest’anno ospiterà oltre 500 persone con volti noti del mondo dello sport e dello spettacolo. E’ certa la partecipazione di Lea Pericoli e Nicola Pietrangeli, icone del tennis italiano, di Andrea Gaudenzi, Gianni Ocleppo, di giocatori e dirigenti di Genoa e Sampdoria, oltre ad atleti di spicco in altre discipline quali la pallanuoto ed il ciclismo”.