Quantcast

Sistema sanitaria, Fp Cgil: “Avviare subito tavoli tecnici con la Regione”

Genova. La Dirigenza Sanitaria, Professionale, Tecnica e Amministrativa (SPTA) delle Aziende Sanitarie e dell’ARPAL (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure) Genovesi della FP CGIL si sono riunite la settimana scorsa per discutere e affrontare le tematiche relative al proprio ruolo all’interno delle rispettive aziende.

Prima di tutto è emersa la problematica relativa alla ricollocazione dei dirigenti dell’IST e del San Martino, confluiti in un unico ente, a cui dovrà essere garantita la salvaguardia del proprio ruolo e della professionalità.

Per quanto riguarda la psichiatria, alla ASL 3 sono state attribuite nuove competenze ma non le relative e necessarie risorse umane che, anzi, vanno diminuendo a causa dei pensionamenti e mancati reintegri. In alcune situazioni viene fatto ricorso a convenzioni non continuative con cooperative esterne a discapito della qualità e della continuità dei servizi che non possono così essere garantiti al meglio.

Nei servizi di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro è praticamente dagli anni ’80 che non vengono effettuate assunzioni di personale della dirigenza per cui, nel giro di pochissimo, queste figure spariranno dai servizi che si troveranno in una situazione ‘acefala’. Ad esempio all’ARPAL, il personale laureato assunto negli ultimi anni è stato inquadrato nel comparto: in questo modo i responsabili a capo di strutture strategiche sono professionisti di alto livello a cui non viene riconosciuta una giusta posizione aziendale e contrattuale.

Genova. La FP CGIL intende avviare tavoli di confronto con la Regione Liguria per intraprendere iniziative volte al miglioramento della qualità dei servizi erogati dal sistema sanitario regionale ed al monitoraggio ambientale.

La FP CGIL ritiene quindi necessario avviare, da subito, tavoli tecnici con la Regione Liguria per affrontare, urgentemente ed unitamente alle rappresentanze dell’ex IST ed ex San Martino, le questioni relative all’accorpamento delle due aziende.
Per quanto sopra esposto, la dirigenza SPTA della FP CGIL partecipa alle iniziative organizzate a livello nazionale per protestare contro i contenuti di una manovra iniqua che colpisce in modo particolare i lavoratori pubblici e la dirigenza del settore, unica a dover pagare il prestito forzoso del 5 per cento e per questo sarà in piazza ’8 ottobre 2011 a Roma insieme a tutti i lavoratori per partecipare alla grande manifestazione organizzata da FP CGIL e FLC. Per riportare al centro della discussione la richiesta di cambiamento la valorizzazione del lavoro pubblico e del sistema dei diritti che esso garantisce.

Più informazioni