Quantcast
Cronaca

Sequestrati due quintali di pesce congelato venduto come fresco

Monza. Globalizzazione e circolazione delle merci ormai permettono di mangiare qualsiasi cosa più o meno ovunque.

E’ certo però che le distanze che separono il luogo di produzione dal luogo di consumo necessariamente abbiano delle influenze sulla qualità del cibo. La Capitaneria di porto di Genova si dovuta spingere fino a Monza dove ha sequestrato in un mercato rionale due quintali di pesce scongelato venduto come fresco e numerose specie ittiche con le etichette della provenienza e l’indicazione della specie contraffatta.

Quattro persone sono state denunciate per frode in commercio. I militari dei nuclei ispettivi hanno trovato seppie, polpi, totani e calamari scongelati e ‘spacciati’ come pesce appena pescato, tonno a pinne gialle travestito da tonno rosa, astici pescati in Atlantico di falsa origine mediterranea, filetti di pesce d’acqua dolce indicati come cernia e pesce scarsamente pregiato venduto come orate e branzini