Quantcast
Politica

Scialfa (Idv): “Gelmini persona sbagliata nel posto sbagliato, 40 anni di disattenzione per la scuola”

Genova. Tornano a suonare le campanelle e i banchi si ripopolano nelle quasi 1500 istituzioni scolastiche liguri. “Al di là delle singole eccellenze degli insegnanti e dell’attitudine degli studenti, più o meno volenterosi, per alzare l’asticella della qualità scolastica bisogna cambiare a partire dai vertici: il ministro Gelmini è semplicemente la persona sbagliata nel posto sbagliato”: è l’analisi di Nicolò Scialfa, capogruppo regionale dell’Idv, già dirigente del liceo scientifico “Fermi” di Genova e formatore di docenti.

“Al pettine sono venuti i nodi di 40 anni di scarsa considerazione per l’istituzione scolastica, a sinistra vista come ammortizzatore sociale e a destra come occasione per privatizzare. Non è questa la visione corretta. I professori vanno reclutati per concorso triennale severo e ben retribuiti” aggiunge Scialfa.

Aumenta il numero degli studenti, calano i posti di lavoro: oltre 2 mila in meno nelle scuole liguri negli ultimi dieci anni. Le scuole autonome con popolazione inferiore ai mille studenti rischiano la soppressione.

“Oggi – prosegue – paghiamo lo scotto di una politica dissennata. Anche il sindacato deve fare la sua parte, rivedendo le proprie posizioni: la scuola non si può parificare al posto di lavoro in fabbrica, perché ha una sua specificità. In ogni caso, nelle organizzazioni sindacali, su questo punto sta crescendo una nuova sensibilità”. “Quanto a certe figure del personale e penso ai bidelli – conclude Scialfa – prima ce n’erano troppi, adesso sono pochi: soprattutto occorre stabilire una volta per tutte cosa debbono fare e quali sono precisamente le competenze”.

http://webtv.genova24.it/2011/09/12/scuola-scialfa-idv-politica-e-sindacati-devono-cambiare-registro/