Cronaca

Satellite rottame, aziende a richio incidente: allertate Iplom e Porto Petroli

raffineria iplom busalla

Liguria. La possibile caduta di pezzi del satellite Uars mette a rischio anche i depositi di carburanti, raffinerie, aziende chimiche e simili, dove l’eventuale caduta di un frammento potrebbe provocare un incidente di particolare gravità. La Protezione Civile della Liguria ha diramato infatti un avvertimento alle aziende a rischio di incidente rilevante per informare sulla emergenza legata alla caduta incontrollata del satellite Uars e invitarle a seguire gli aggiornamenti sulla evoluzione della situazione.

Tra queste, il Porto Petroli di Genova, la Iplom di Busalla, la Tirreno Power di Vado Ligure. “Si tratta di procedure previste per ogni emergenza – ha spiegato l’ assessore regionale alla protezione civile Renata Briano – In questi casi le aziende seguono i protocolli stabiliti. Non sono previste evacuazioni o spostamenti di materiali”.

“E’ una situazione nuova per noi – ha spiegato l’assessore che ha visitato stamani la sala operativa della Protezione Civile in viale Briagate Partigiane – diversa da alluvioni e terremoti. Sono venuta a trovare gli operatori per ringraziarli del lavoro incessante che svolgono in casi come questi”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.