Cronaca

Satellite, pericolo pezzi tossici, Briano: “Niente panico, seguire le precauzioni”

briano renata

Regione. Non stare all’aperto, se possibile neppure nei piani alti degli edifici, ripararsi sotto architravi e angoli, “come si faceva durante i bombardamenti”. Ma soprattutto, in caso di avvistamento di un pezzo del satellite Uars è necessario procedere con cautela, non toccarlo ma avvertire subito la protezione civile perché potrebbe essere tossico. Sono gli ultimi suggerimenti diramati dalla Protezione Civile in riferimento alla possibile caduta di pezzi del satellite Uars prevista tra le 19.30 di oggi e le 5 di sabato mattina sul territorio di Piemonte, Valle D’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia; Piacenza e Parma per l’Emilia Romagna.

L’assessore regionale alla protezione civile, Renata Briano, invita però alla calma: “niente panico per favore, perché le probabilità che un frammento cada nella nostra regione sono bassissime. Consiglio però di tenersi informati, attraverso i media, dalla televisione a internet, e seguire alcune precauzioni”.

La sala operativa della Regione resterà aperta fino alla fine dell’emergenza rimanendo in contatto costante con la sede nazionale e diramando ogni due ore gli aggiornamenti ai media.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.