Quantcast

Santa Margherita: il trio siciliano Omniart chiude l’edizione 2012 di Santa Festival

santa margherita notte

Santa Margherita. Si conclude domani sera, venerdì 2 settembre, l’edizione 2012 di Santa Festival, splendida rassegna di concerti che anche quest’anno ha appassionato non solo i cultori della musica da camera ma anche il grande pubblico.

La conclusione di una kermesse che si è distinta nel panorama degli eventi liguri come grande veicolo di diffusione culturale è affidata a Omniart, un trio formato da Violino, Fisarmonica e Contrabbasso, suonati rispettivamente da Massimo Barrale (Primo Violino, spalla, della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e Docente presso il Liceo Musicale “Vincenzo Bellini” di Catania), Ruggiero Mascellino (Docente presso il Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo) e Ferdinando Caruso (Primo Contrabbasso della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e Docente presso il Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo). Il centralissimo Largo Amendola, splendida “quinta teatrale” naturale, la location prescelta. L’inizio del concerto, a ingresso libero, è fissato alle ore 21.00.

Il Trio si costituisce nel 2004 dal desiderio di recuperare il “nucleo passionale” dell’esperienza esecutiva, creando così un repertorio originale che spazia dalle musiche etniche dei paesi del sud del mondo alle suggestive composizioni del Fisarmonicista Ruggiero Mascellino. Già alla sua prima apparizione, per il Teatro Biondo di Palermo, il trio ottiene un immediato e straordinario successo, suscitando l’attenzione delle maggiori Istituzioni Siciliane che lo inseriscono nelle più prestigiose rassegne tra le quali: Palermo-Teatro, Kals-Art, Summer Festival. Nell’ottobre del 2004 è apprezzato a New York in occasione del Columbus Day esibendosi al Rockefeller Center e alla Cattedrale di Saint Patrick. Nel 2005 nasce la collaborazione con il compositore siciliano Gaetano Randazzo che per Omniart realizza “Upgrade, composizione che vede oltre a brani dello stesso autore, anche suoi arrangiamenti su famosi temi di Piazzolla; la prima assoluta è eseguita nel Novembre del 2005 in occasione dell’apertura della Stagione Ufficiale del Teatro Biondo Stabile di Palermo.

Successivamente aprono alla danza la loro esperienza musicale con la collaborazione di due ballerini che, nell’Ottobre del 2007, porta Omniart ai successi della tournée in Cina al Festival di Macao. Tra le musiche che saranno proposte spiccano la danza ungherese n. 5 di Brahms, il Bistrot’ Jazz di Mascellino, Sinfonia per un Addio di Anonimo Veneziano, l’intermezzo della Cavalleria Rusticana di Mascani e la Gazza Ladra di Rossini.