Quantcast
Sport

Sampdoria: Bertani e Pozzi stendono anche l’Empoli

Genova.Si ricomincia da Empoli dopo la vendemmiata di Marassi contro il Gubbio. L’Empoli è avversario insidioso, una delle pretendenti alla serie A, è già in coppa Italia aveva fatto suonare il campanello d’allerme blucerchiato.

Luca Atzori si presenta con il rodato 4-4-2: Romero in porta al suo esordio, Volta, Costa, Accardi, Castellini, sulla linea difensiva, Foggia, Palombo, Obiang, Semioli, sulla mediana, Pozzi e Bertani. (In panchina: Da Costa, Rossini, Koman, Bentivoglio, Padalino, Maccarone, Piovaccari).

La Sampdoria comincia subito premendo sull’acceleratore: calcio d’angolo al 3’ e poi al 6’è gol. Cross di Semioli e testa di Pozzi. Ciccio Tavano dall’altra parte risponde colpendo la traversa.

L’Empoli alla ricerca del pareggio pressa e si fa preferire, la Sampdoria soffre, Cristian Bertani – ancora lui segna il 2 a 0. L’Empoli accusa il colpo e la Samp ne approfitta: Semioli da una parte e Foggia dall’altra fanno ammattire la difesa toscana, ma Pozzi e Bertani non riescono ad approfittare delle palle che arrivano.

Nel momento migliore della Samp l’Empoli accorcia le distanze con Tavano. Da lì alla fine del primo tempo sarà sofferenza, ma anche grazie a Romero il fortino resiste.

Nel secondo tempo la Samp raddrizza la rotta e al 9’ passa ancora e ancora con Pozzi. Ennesimo assist di Semioli e seconda rete dell’ex.

L’Empoli prova a reagire, Atzori mette dentro Padalino al posto di Foggia che si stava sempre più spegnendo con il passare dei minuti. Al 22’ uscirà anche Pozzi per Piovaccari.

Da lì fino alla fine la Samp rischia poco e sfiora almeno in un paio di occasioni la rete del 4 a 1. Al 40’ la Samp esce palla a terra dalla sua area, azione manovrata, calma, la palla arriva dall’altra parte Piovaccari è atterrato. Rigore: sul piede dello stesso Piovaccari la chiusura della partita, ma il blucerchiato spara sulla traversa.

Alla fine la Samp porta a casa il risultato e appaia il Grosseto ospite a Marassi la prossima giornata.