Quantcast

S. Margherita, “Metti Chopin a Villa Durazzo”: concerto di Pietro De Maria

San Margherita. La città si appresta a vivere una tre giorni di grande musica che omaggerà, una volta di più, la sua rinomata tradizione strumentale. Ad aprire una tre giorni di eventi che prevede anche il gemellaggio tra la Filarmonica cittadina C. Colombo e l’Orchestra filarmonica giovanile ungherese del Lago Balaton, diretta dal maestro Tamas Kiss, sarà il pianista di fama internazionale Pietro De Maria.

Quello che avrà luogo a Villa Durazzo domani, alle ore 21, si annuncia come un evento concertistico davvero straordinario: De Maria, veneziano della classe 1967, è ormai riconosciuto dalla critica come una delle stelle più fulgide del nostro panorama pianistico. La prima parte del concerto prevede una selezione di 6 sonate di Domenico Scarlatti e la Sonata in Fa diesis minore op. 25 n. 5 di Muzio Clementi. La seconda parte del concerto sarà invece dedicata alle 4 ballate di Chopin, l’autore per eccellenza delle composizioni per pianoforte. Un caso? Niente affatto.

De Maria è il primo pianista italiano ad aver eseguito in pubblico l’integrale delle opere di Chopin, registrata e accolta dalla critica come un’esibizione ben superiore alle registrazioni di quasi tutti i più celebri nomi in catalogo. Nel 2010, anno del bicentenario della nascita del compositore polacco, Pietro De Maria è stato invitato a suonare Chopin nelle più importanti sedi internazionali: Berlino, Parigi, Varsavia, Zurigo, Roma, Festival di Nohant, Pechino e Singapore.

“E’ difficile comunicare l’onore che ci procura la possibilità di ospitare un pianista del calibro di Pietro De Maria a Villa Durazzo, da tempo sede – dichiarano il Sindaco Roberto De Marchi e l’assessore alla cultura Alberto Fustinoni – di straordinari eventi che accreditano la nostra programmazione estiva come un punto di riferimento per l’arte e la cultura in Liguria”. Il concerto è organizzato dal Comune di Santa Margherita Ligure in collaborazione col Gruppo di Promozione Musicale Golfo Paradiso di Camogli. L’ingresso è gratuito.