Quantcast
Altre news

S. Margherita, fondi di garanzia: affitti più sicuri e contratti a breve durata

Santa Margherita. Sbarcano in città i fondi di garanzia sugli affitti, uno strumento messo a punto da FILSE spa (Finanziaria Ligure per lo sviluppo economico) per ridurre il rischio d’insolvenza e scongiurare uno dei principali fattori che disincentivano l’immissione sul mercato di alloggi liberi, soprattutto da parte di piccoli proprietari.

A gestire il servizio di mediazione sarà il Comune di Santa Margherita Ligure. La Giunta ha infatti deliberato la costituzione di un ufficio interno all’area dei servizi integrati alla persona per lo svolgimento delle funzioni proprie dell’agenzia sociale per la casa, che nell’ambito territoriale di riferimento non è mai stata istituita.

“Surroghiamo un’assenza che per il nostro Comune rappresentava un deficit rilevante – commentano il Sindaco, Roberto De Marchi, e l’assessore ai servizi sociali Maurizio Tuseo – impedendo non solo l’accesso ai fondi di garanzia, ma anche la stipula di contratti di più breve durata”.

Tra i principali vantaggi offerti a quei proprietari che si rivolgeranno all’ufficio casa, spicca non solo una copertura di eventuali danni da morosità sino a un massimo di 12 mesi, ma anche la possibilità di stipulare contratti di 3 anni + 2 di rinnovo automatico invece dei tradizionali 4 + 4. Lo strumento, negli auspici dell’amministrazione, intende arginare la fuga di residenti e in particolari di giovani coppie espulse da un territorio i cui valori di mercato sono per lo più inaccessibili al ceto medio, a maggior ragione in una congiuntura economica così difficile come quella odierna.

L’accesso ai fondi di garanzia prevede un’incidenza massima di canone calcolata in percentuale sull’ISEEfsa (indicatore della situazione economica equivalente per il fondo sociale affitti) del nucleo familiare: la forbice si situa tra un massimo del 20,5% per un ISEE fsa di 10 mila 251 (175 euro mese) a un massimo del 26,5% per un ISEE di 30 mila e 600 euro (675 euro mese). “Crediamo sussistano tutte le condizioni – concludono De Marchi e Tuseo – perché il mercato degli affitti, grazie allo strumento dei fondi di garanzia, possa recuperare appetibilità per i piccoli e grandi proprietari immobiliari”. Il tema sarà oggetto, a breve, di una campagna di informazione mirata.