Quantcast
Cronaca

Rapallo, Fondi Ue: il caso Mustorgi al centro del consiglio comunale

Rapallo. Come sempre il consiglio comunale di Rapallo si è protratto per ore, ma questa volta al centro del dibattito è spiccato il caso Mustorgi, che da qualche giorno infiamma i cuori e gli animi delle fazioni politiche rapallesi. Sono state due le mozioni presentate, una dalla maggioranza, che ha confermato il pieno appoggio nei confronti dell’assessore e del consigliere Carlo Bagnasco, e l’altra firmata dai consiglieri d’opposizione Armando Ezio Capurro, Gualtiero Di Carlo e Giorgio Costa, in cui si chiedevano le dimissioni di Mustorgi.

Una seduta consigliare accesa e molto sentita, durante cui l’assessore ai Lavori Pubblici e al Bilancio si è sfogato, dichiarando: “Vado a testa alta perché non ho nulla da nascondere”. Dichiarazione più o meno simile a quella del consigliere Carlo Bagnasco, che ha detto: “Ho la coscienza a posto”. E se una parte dell’opposizione ha chiesto a gran voce le dimissioni di Mustorgi, alcuni esponenti, in particolare Nicola Costa e Maria Cristina Gerbi, si sono dichiarati garantisti e contrari alla strumentalizzazione della vicenda.

Insomma, per riassumere, la maggioranza continua a fare quadro intorno ai due esponenti del consiglio e come aveva già fatto nel pomeriggio, ha confermato che “A tutt’oggi non risulta nei confronti di Fabio Mustorgi alcuna iniziativa della Magistratura e all’assessore, fino ad adesso, non è stato comunicato né tanto meno contestato nulla. Con questa premessa gli è impossibile procedere a una qualsiasi difesa, mancando evidentemente l’accusa”.

Una parte dell’opposizione, invece, chiede fortemente le dimissioni dell’assessore, come aveva già fatto il Circolo di via Della Libertà 61. Durante la seduta consiliare di ieri sera si è stata approvata approvata la prima mozione, mentre è stata respinta quella che chiedeva le dimissioni di Mustorgi, ma è molto probabile che di questo caso si continui a parlare ancora per parecchio tempo.