Quantcast
Altre news

Portofino, Goletta Pandora nel porticciolo della perla del Tigullio

Portofino. Domani arriverà nel porticciolo di Portofino la Goletta “Pandora”. La “missione” della Goletta (per l’occasione ribattezzata “Goletta Liguria”) è quella di far conoscere e promuovere, in 40 porti liguri, i nove progetti europei dedicati all’ambiente a cui la Regione Liguria aderisce.

Questi progetti interessano l’incremento dell’accoglienza turistica dei porticcioli e della loro funzione di porte verso l’entroterra (Pitt Ports, Tpe, Odyss…ea), la salvaguardia del litorale, della biodiversità (Resmar e Corem) e dell’habitat marino del Santuario dei Cetacei (Gionha). Non mancano obiettivi che incoraggiano lo sviluppo di economie rurali e di pesca (Marte+), delle aziende del comparto nautico (Innautic) e degli itinerari del gusto (Terragir).

Per l’occasione il Parco di Portofino sarà presente lungo il molo del porticciolo più famoso d’Italia, con il suo punto informativo mobile, con gli operatori del Laboratorio Territoriale del Parco LABTER Parco di Portofino impegnati a dare informazioni in particolare sul Progetto TPE e sul progetto COREM, che vede il Parco di Portofino responsabile del sottoprogetto H “Disseminazione del Modello Natura 2000” e l’Area Marina Protetta di Portofino coinvolta nel sottoprogetto A “Realizzazione di una Rete di Siti Marini Protetti”.

A bordo della Goletta sarà affidato al Direttore del Parco, Alberto Girani, il compito di promuovere le attività del Parco nell’ambito dei progetti Corem e TPE, attività che hanno l’obiettivo comune di diffondere le conoscenze naturalistiche, la diffusione del modella Rete Natura 2000 ma anche e soprattutto di valorizzare una fruizione sostenibile del territorio e delle sue risorse.

Uno sviluppo turistico sostenibile che non può e non deve essere pensato solo limitatamente all’attività di diporto o al territorio costiero ma che deve essere integrato con l’entroterra e con le sue ricchezze ambientali e culturali.