Quantcast
Cronaca

Pepi Morgia, al lavoro sino all’ultimo minuto: domani Don Gallo celebrerà il funerale

Genova. Se ne è andato dopo settimane passate in ospedale, ma anche dalla stanza del San Martino di Genova Pepi Morgia non aveva smesso di lavorare. L’ultimo post sul suo profilo di Facebook è di ieri sera. Il direttore artistico del Comune di Sanremo ricordava il grande evento a cui lavorava da un paio di mesi “La notte bianca della moda” che dovrebbe teneresi il 1 ottobre proprio nella città del Festival. La bacheca del carismatico Morgia è stata immediatamente invasa da saluti, messaggini e ricordi, e sulla rete sono già numerosi i post dedicati al regista della cerimonia inaugurale delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006.

“E’ incredibile, sono colpito profondamente, anche per una circostanza… conoscevo Pepi da molti anni, ma solo due giorni fa avevo pensato di chiedere la sua amicizia su Fb (non è indispensabile, ma perchè no?)… Ieri sera avevo ricevuto con piacere la conferma… e oggi ho saputo che se n’è andato” scrive Rambaldo sulla sua bacheca.

Pepi Morgia noto amico di Fabrizio De Andrè: “RIP :-// salutaci Faber…!!!” scrive Bruno, “Ho avuto il piacere di conoscerti Ciao Pepi grande amico di Faber!” ricorda Lorenzo.

Ma sono in molti a voler lasciare un ricordo di Morgia: “Ciao Pepi con te ho perso un amico, siamo davvero appesi ad un filo, e questo poco tempo che ci è data vivere è sempre pieno di problemi… Aveva ragione il sommo poeta Giacomo che tu amavi tanto e come io ancora su questa terra amo immensamente”. “Ha fatto parte delle nostre vite per poco tempo, ma è stato importante. Lo abbiamo conosciuto al Musicultura Festival di Macerata è ci è stato di grande aiuto. Ci è stato vicino e coccolato come solo i grandi sanno fare. Oggi che non c’è più, un pensiero speciale va a Pepi Morgia… perché era una persona speciale. R.I.P.” scrivono le “Rivoltelle” sulla loro pagina pubblica.

La camera ardente sarà allestita nella chiesa della Comunità di San Benedetto a Genova. I funerali saranno celebrati domani mattina da don Andrea Gallo.

Più informazioni