Quantcast
Cronaca

Moschea, Rosso e Plinio (Pdl) scrivono a Vincenzi: “Rinviare la decisione dopo le elezioni”

matteo rosso pdl

Genova. “Rinviare ogni decisione al dopo elezioni”. Il capogruppo regionale Pdl Matteo Rosso e il responsabile Sicurezza Liguria Gianni Plinio hanno scritto al sindaco di Genova Marta Vincenzi chiedendole di stoppare l’iter relativo alla moschea e rinviare ogni decisione in merito all’amministrazione comunale che deriverà dalle elezioni della prossima primavera.

“E’ gravemente scorretto, a campagna elettorale ormai aperta, voler decidere su una questione così delicata – hanno detto Rosso e Plinio – A pochi mesi dalle elezioni amministrative sarebbe più opportuno stoppare una procedura che, peraltro, si trascina da anni e attendere l’esito del voto popolare genovese”.

Secondo Rosso non si possono prendere scelte così delicate a pochi mesi dalla fine di un mandato. “Purtroppo abbiamo avuto esperienze simili anche in altre occasioni, non sulla moschea ovviamente, ma su altre opere importanti – spiega – nella sanità, ad esempio, è capitato che si desse avvio a progetti di costruzione di un’ospedale, che poi non venivano proseguiti. Con il solo risultato di sprecare un’enorme quantità di soldi pubblici. Queste esperienze non sono da ripetere e perciò sarebbe indispensabile attendere il prossimo maggio”.

“Vincenzi non può ancora sapere se vincerà o meno le elezioni. Al suo posto potrebbe esserci la Pinotti o magari un sindaco di centrodestra – continua Rosso – in quest’ultimo caso sarebbe davvero assurdo lasciare in eredità una scelta come quella della moschea al Lagaccio che, al pari della stragrande maggioranza dei genovesi, il centrodestra non condivide”.

Dopo aver ribadito che la questione moschea vede la città spaccata in due, il capogruppo regionale del Pdl precisa che le priorità di Genova sono ben altre e che la sindaco dovrebbe prima pensare a quelle.