Quantcast
Cronaca

Massacrò anziano a Rivarolo: chiesto il giudizio immediato per il 27enne ecuadoriano

Genova. Il caso del giovane ecuadoriano 27enne che senza apparente motivo aveva massacrato di botte un pensionato di 80 anni, riducendo in fin di vita, aveva scosso non solo il quartiere di Rivarolo, dove avvenne il pestaggio, ma tutta la città. Accusato di tentato omicidio aggravato dai futili motivi, il pm ha chiesto per l’uomo il giudizio immediato.

La vicenda risale al 6 febbraio scorso: secondo la ricostruzione dei carabinieri che si erano occupati dell’episodio, l’anziano, un ciabattino in pensione, stava passeggiando da solo quando era stato avvicinato dal giovane che, senza alcun motivo, lo aveva preso a pugni in faccia facendolo cadere e, mentre l’uomo era in terra, aveva continuato a infierire.

A fermare l’ecuadoriano erano stati alcuni passanti che avevano soccorso l’anziano. Quest’ultimo era stato ricoverato in coma farmacologico nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Martino con prognosi riservata. L’aggressore si era allontanato a piedi ma era stato raggiunto e arrestato poco dopo dai militari dell’Arma.