Quantcast
Sport

L’ex rossoblù El Shaarawy debutta con il Milan: per il faraone 13′ con il Napoli

E’ il minuto 77 quando sulla lavagna luminosa del quarto uomo, allo stadio San Paolo di Napoli, compare scritto, in verde, il numero 92 accanto al 18: esce Alberto Aquilani entra il giovanissimo Stephan El Shaarawy (nella foto tratta dal sito del Milan).

La serata per i rossoneri è di quelle da dimenticare (la squadra di Allegri esce sconfitta da tre reti di Cavani), ma certamente resterà nei ricordi del “faraone” che ha finalmente esordito in campionato con la maglia del Milan (la sua “prima” in serie A risale invece ai tempi del Genoa, in una partita con il Chievo, che lo fece diventare il più giovane esordiente di tutti i tempi: 16 anni un mese e 24 giorni).

Nei 13 minuti in cui si è visto in campo il giovane attaccante savonese (prima di approdare alla corte di Preziosi è infatti cresciuto nel Legino), seppur i rossoneri fossero in difficoltà, è riuscito a toccare diversi palloni mettendo in mostra il suo potenziale. Il faraone ha anche impegnato l’estremo difensore partenopeo con un tiro centrale che De Sanctis ha neutralizzato in due tempi.
Forse El Shaarawy avrebbe preferito esordire con un risultato diverso, magari con un gol, ma questo è solo l’inizio. Ora che ha “rotto il ghiaccio” il faraone dovrà convincere Allegri che merita più spazio e potrà iniziare ad inseguire la sua prima rete in rossonero.