Quantcast
Economia

Lavoro, 5000 euro alle aziende che assumono giovani genitori

Regione. 5000 euro. E’ questa la dote che verrà trasferita come incentivo al datore di lavoro (imprese private o società cooperative) disposto ad assumere un giovane genitore con contratto a tempo indeterminato, anche a tempo parziale.

L’iniziativa rientra all’interno della cosidetta “Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori”, istituita presso l’Inps e prevista dal Decreto del 19 novembre 2010 (pubblicato in G.U. 27 dicembre 2010), che gestirà un fondo, attivato dal Ministero della gioventù, per incentivare le assunzioni di giovani genitori disoccupati o precari.

Alla Banca dati possono iscriversi i giovani genitori di figli minori, di età non superiore a 35 anni, con rapporti di lavoro subordinato a termine o contratto di collaborazione coordinata e continuativa o disoccupati, iscritti ad un centro pubblico per l’impiego.

Per maggiori informazioni: www.inps.it

Più informazioni