Quantcast
Politica

La Notte Bianca sembra non finire, il centrodestra chiede trasparenza a Vassallo

Genova. “Quando il saggio indica la luna, lo stolto vede il dito” è la prima risposta dell’assessore al commercio Gianni Vassallo all’interrogazione di alcuni consiglieri comunali di centrodestra che hanno interrogato l’assessore sul merito della Notte bianca e sui suoi costi.

“Il valore delle sponsorizzazioni della Notte Bianca è di 398mila euro, pari al costo degli eventi. Vanno aggiunte solo le spese di ventimila euro per Amt e 4mila euro di Amiu. Tutti i dettagli della spesa e ogni capitolo di voce sugli sponsor saranno consegnati ai capigruppo a breve”.

La polemica fatta dal centrodestra non è solo sui costi, ma anche sulla coincidenza della fine della Festa del Partito Democratico con la Notte Bianca. Su questo punto Vassallo ha nicchiato. “Finché mi fate una valutazione politica la accetto – riferendosi a chi ha sostenuto che la Notte Bianca è inutile – altrimenti rincorrere l’articolo o la polemica ha poco senso. Qualsiasi scelta in questo momento è difficile, la coperta è corta, vediamo di non perderci in sterili polemiche”.

L’ultima critica è stata rispetto ai biglietti gratis Amt dati a chi comprava il Secolo da utilizzare sabato dopo le 17.  “Com’è possibile che con Amt così in crisi si diano biglietti gratis?” hanno obiettato i consiglieri comunali Pdl. “E’ stato un’accordo tra un’impresa privata e il Secolo, i costi di Amt li ha coperti interamente Slam fiutando il ritorno pubblicitario. Non entro del merito dell’autonomia imprenditoriale” ha risposto Vassallo chiudendo la polemica.