Quantcast
Sport

Il Genoa travolge il Catania e vola in vetta

Genova. Il Genoa vince da grande. Autorevole. Imprevedibile. Bello.

Malesani comincia con Constant e Jorquera titolari. La squadra pigia sin dall’inizio sull’acceleratore e sfiora ripetutamente il gol: da due cross prima ci provano Dainelli e poi Caracciolo (anticipato di un soffio).

Dopo l’inizio veemente, la squadra comincia a ragionare e a cercare i varchi giusti. È Veloso a dettare i tempi e ad aiutare la squadra a far girare la palla. Ai suoi fianchi ruotano Constant (in decisa crescita) e Kucka. Il gol arriva al 29’: grande giocata di Veloso palla filtrante e Rodrigo Palacio insacca. Passano pochi minuti e ancora Palacio firma il 2 a 0, su pasticcio difensivo del Catania. Passeranno altri dieci minuti di grande calcio, di ottime geometrie e Palacio va vicinissimo alla tripletta. Si chiude così il primo tempo, tra gli applausi di uno stadio Marassi incantato.

Nel secondo tempo il Catania da un po’ più fastidio con Ricchiuti, ma è sempre il Genoa a sfiorare ripetutamente la terza rete, con Jorquera che diventa straordinario solista in una squadra che oggi è sembrata già ben rodata.

Il gol che chiude la partita è di Kevin Constant: al centro delle polemiche dopo la partita di Roma, l’ex Chievo si è presentato decisamente motivato, mobile e ha concesso alla platea lampi di classe.

Il finale è pura accademia. Malesani insisterà affinché si tengano i piedi per terra, ma con un Genoa così è lecito sognare. In virtù del pareggio di Udinese e Juventus rispettivamente contro Milan e Bologna, e della sconfitta del Napoli contro il Chievo, il Genoa vola in vetta con 7 punti.