Quantcast

Genova, pedibus e gruppi di cammino: promozione della salute e dell’ambiente

Genova. In occasione della settimana europea per la mobilità sostenibile – European Mobility Week – si svolgerà, il prossimo martedì 20 settembre presso la Biblioteca della ASL3 Genovese in via G. Maggio 6 a Genova Quarto, il workshop “PEDIBUS E PROMOZIONE DELL’ATTIVITÀ FISICA”, rivolto a operatori sanitari, della scuola e degli enti locali, in cui si parlerà dei progetti PEDIBUS e GRUPPI DI CAMMINO.

Nell’occasione verranno distribuiti i materiali di comunicazione (locandine, brochure, e materiali didattici) e verrà presentato il nuovo sito web http://www.pedibusliguria.net, che permetterà lo scambio di informazioni tra i soggetti interessati a sviluppare il progetto in Liguria.

Pedibus si basa sull’identificazione, nelle aree limitrofe alle scuole primarie, di uno o più percorsi pedonali (“linee” simili a quelle del trasporto pubblico) che partono da un capolinea e portano i bambini a scuola a piedi, in fila, accompagnati da adulti volontari. L’obiettivo del progetto è accrescere il numero dei bambini che raggiungono la scuola a piedi; accrescere le occasioni affinché i bambini si spostino con maggior autonomia anche nei propri contesti di vita; ridurre il traffico automobilistico di fronte alle scuole e nelle strade circostanti; ridurre l’inquinamento dell’aria e il numero degli incidenti.

Oggi a Genova, come nelle altre grandi città, muoversi autonomamente per i bambini è sempre più difficile a causa del traffico urbano e del timore dei genitori, che tendono a privilegiare l’accompagnamento in auto dei bambini attribuendo a questa modalità di trasporto vantaggi quali la praticità, la sicurezza e il presunto benessere dei piccoli.

Nella stessa sede e nella stessa giornata, alle 11.30 alle 13.00, si svolgerà un incontro tra gli operatori delle ASL liguri, dei municipi e delle associazioni di anziani per la consegna di materiale di comunicazione e per un approfondimento delle tematiche che riguardano l’organizzazione ed il coordinamento, a livello locale , del progetto “Gruppi di cammino nelle ASL Liguri”.

“Gruppi di Cammino” ha le caratteristiche di un progetto intersettoriale nel quale opera personale del Dipartimento di Prevenzione, del Dipartimento Anziani e dei Distretti Socio-Sanitari delle Asl liguri; personale dell’Università di Genova, Corso di Laurea in Scienze Motorie, e di UISP (Unione italiana sport per tutti). E’ stata attivata una collaborazione con le municipalità, i Comuni e le associazioni di anziani.

Questo progetto, così come Pedibus, rientra tra gli obiettivi del Piano Regionale della Prevenzione 2010-2012 ed è stato proposto dalla Regione come modello di “buona pratica” ai rappresentanti di tutti i Dipartimenti di Prevenzione delle ASL liguri. Inoltre, è sviluppato nell’ambito del programma ministeriale “Guadagnare Salute”.

L’iniziativa è stata avviata , inizialmente nella Asl 3 “Genovese” nel 2008, e, successivamente, anche nelle altre Asl del territorio ligure.

“Per Gruppo di cammino si intende un’attività organizzata nella quale un gruppo di persone si ritrova, due o tre volte la settimana, per camminare lungo un percorso urbano o extra urbano sotto la guida, inizialmente di uno specialista in Scienze Motorie e successivamente di un conduttore ( walking leader) interno al gruppo ed appositamente formato”.

La finalità principale dell’iniziativa è quella di contrastare la sedentarietà, importante fattore di rischio di numerose malattie croniche, e causa di cadute nei soggetti anziani, in quanto conduce ad un indebolimento dell’apparato muscolo – scheletrico. La partecipazione ai gruppi vuole essere anche una utile occasione di sviluppare relazioni interpersonali e, pertanto, contribuire a ridurre il rischio di isolamento sociale nell’anziano.

Dalla nascita del progetto ad oggi, soltanto in Asl 3, sono stati attivati più di trenta gruppi di cammino, dei quali, più della metà sono attualmente condotti da “walking leader”. Anche nelle altre Asl liguri, la maggior parte dei gruppi continua la propria attività grazie alla presenza di un conduttore individuato tra gli stessi partecipanti. La presenza del walking leader oltre a favorire la sostenibilità nel tempo di questo tipo di attività, rappresenta il raggiungimento di un obiettivo fondamentale: il cambiamento delle proprie abitudini improntato al conseguimento di uno stile di vita sano.

Ufficio stampa Asl 3

Più informazioni