Quantcast
Politica

Genova, Mondello: “L’Udc lancia Chianciano 2”

Genova. Ha fatto ritorno oggi in Liguria la delegazione regionale dell’Udc reduce dalla “tre giorni” di Chianciano conclusasi con l”applaudito intervento di stamane del segretario nazionale del partito Lorenzo Cesa.

Partecipe una folta delegazione di militanti provenienti dalla Liguria, tra gli altri, presenti il coordinatore regionale e presidente del consiglio regionale Rosario Monteleone, l’onorevole Gabriella Mondello, il senatore Claudio Gustavino, il coordinatore provinciale e assessore regionale Giovanni Boitano, il consigliere regionale Marco Limoncini e numerosi amministratori giunti delle quattro province.

Il convegno ha segnato una svolta nella storia del partito che vede crescere un consenso diffuso su tutto il territorio nazionale, nutrita la partecipazione alle numerose tavole rotonde che si sono svolte durante il convegno.

Sabato, l’atteso intervento del presidente nazionale dell’Udc Pierferdinando Casini ha suscitato entusiasmo, indicando nel contempo le soluzioni migliori per uscire dalla crisi e il ruolo che l’Udc è pronta a svolgere

“In Liguria inizia inoltre la stagione dei congressi cittadini, provinciali e regionali che porteranno ad eleggere il gruppo dirigente – afferma l’onorevole Mondello – intanto è stato annunciato che venerdì 7 ottobre si svolgerà a Genova, alla presenza dell’onorevole Mauro Libè responsabile nazionale Udc degli enti locali, la convention “Chianciano 2”.

L’occasione per fare il punto sulle prossime scadenze elettorali amministrative che riguardano in modo particolare il Comune di Genova, diverse Province e numerosi Comuni della Liguria.

“L’Udc vuole essere partecipe delle scelte future, come è sempre stato fatto in passato – conclude la Mondello – forte di un profondo radicamento sul territorio, come dimostra il risultato della campagna di adesioni al partito intrapresa nei mesi scorsi”.

L’Udc intende anche proporre un referendum per permettere alla gente di esprimere sulla scheda elettorale il nome di chi mandare in parlamento e nel contempo togliere il premio di maggioranza.

Onorevole  Gabriella Mondello