Quantcast
Altre news

Genova, mappa dei servizi per le persone anziane e disabili

Genova. Strumenti e azioni per conciliare in modo più flessibile i tempi del lavoro e della propria vita familiare e trovare sostegni adeguati anche per i propri cari anziani o con disabilità.

Per rispondere a queste esigenze – priorità evidenziate dalla grande maggioranza di risposte al questionario distribuito dalla Provincia di Genova a tutti i dipendenti sui tempi lavorativi, familiari e sociali per migliorare i servizi ai cittadini e promuovere il benessere organizzativo, la parità e le pari opportunità di genere fra i lavoratori – l’ente realizzerà anche una mappa online dei servizi per le persone anziane e disabili.

Il progetto sarà curato dal Comitato unico di garanzia della Provincia di Genova, nuova struttura paritetica interna tra amministrazione e sindacati per le azioni positive sulle pari opportunità e contro ogni discriminazione e, dopo una prima sperimentazione rivolta al personale interno, sarà messa a disposizione anche del territorio.

“L’obiettivo finale – dice l’assessora al personale Milò Bertolotto – sarà la creazione di un archivio informatico per fornire tutte le informazioni disponibili sugli enti, i centri e le associazioni che erogano servizi per la cura e l’assistenza
delle persone anziane non autosufficienti e delle persone disabili. Il progetto si svilupperà per fasi a partire dal 2012, dando vita innanzitutto a una specifica rete con tutti i soggetti del territorio e realizzando successivamente i necessari supporti informatici”.

Previsto dall’articolo 21 del collegato al lavoro (legge 183/2010) il Comitato
unico di garanzia della Provincia di Genova “è stato tra i primi costituiti in Italia, nel marzo scorso, poche settimane dopo l’emanazione delle linee guida nazionali – dice Marta Guglielmi, dirigente del personale che lo presiede –ed è composto da sei rappresentati dell’amministrazione provinciale, fra cui il presidente e sei rappresentanti delle organizzazioni sindacali e unifica tutte le
funzioni previste per le pari opportunità, il contrasto al mobbing e a qualsiasi forma di discriminazione per tutelare i lavoratori, promuovere il benessere e l’efficienza organizzativa e ottimizzare la produttività dei servizi ai cittadini.”

Il Comitato unico di garanzia che svolge funzioni propositive, consultive e di verifica rispetto all’operato dell’amministrazione provinciale sta preparando anche il nuovo regolamento anti-mobbing “perché – dice Milò Bertolotto – è
necessario fornire informazioni puntuali su questo grave fenomeno e regole certe su tutte le modalità di intervento e le sanzioni”.

La Provincia, attraverso il CUG, aderisce alla “Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro – dice la vicepresidente e assessora alle pari opportunità Marina Dondero – sottoscritta da molti enti e imprese a livello nazionale per realizzare azioni concrete e strumenti di garanzia che promuovano le pari opportunità di genere nella vita professionale e la parità di trattamento e dignità tra donne e uomini, superando qualsiasi stereotipo di genere, valorizzando sul lavoro esclusivamente competenze, esperienza e potenziale professionale di ogni persona.” Azioni fondamentali e necessarie per rafforzare la cultura delle pari opportunità ed attuarla concretamente
nell’organizzazione quotidiana della Provincia di Genova, ente dove la
percentuale di donne tra il personale è cresciuta dal 32,5% del 2003 al 42,1% del 2010.