Quantcast
Cronaca

Genova, la denuncia del Coisp: “Pantere della polizia azzoppate”

Genova. “La situazione della Squadra Volante della Questura di Genova ci preoccupa e non poco , perché per garantire quei servizi fondamentali di pronto intervento h 24 , si fanno dei veri e propri salti mortali”. Inizia così l’intervento di Matteo Bianchi Segretario Generale Provinciale del Coisp , sindacato indipendente della Polizia di Stato, in merito alle gravi carenze del pronto intervento della Questura di Genova.

“I continui tagli di questo miope Governo nei confronti della sicurezza, stanno veramente creando dei problemi gestionali, sia all’Amministrazione locale , ma anche al personale e di conseguenza ai contribuenti. Infatti le risorse umane scarseggiano e per garantire un minimo di pattuglie sul territorio, in molti casi bisogna attingere uomini da altri settori , distogliendoli dalle loro attività principali. Inoltre negli ultimi periodi, capita che a causa del risicato numero di autovetture a disposizione, le stesse siano costrette a svolgere servizio in maniera continuativa.”

Ancora Bianchi: “ non vorrei che così facendo il personale , oltre a comprare di tasca propria gli strumenti per affrontare quotidianamente il servizio , debba essere costretto a pagare i tagliandi delle macchine oppure le riparazioni che costano molti soldi, visto che per i piccoli guasti è già accaduto!”

Conclude Bianchi:” Questo Governo deve essere cosciente che la misura è ormai colma , andando avanti di questo passo, non credo sia più possibile dare risposte efficienti ogni qualvolta i cittadini ne abbiano bisogno. La situazione a Genova è ormai insostenibile, l’aumento dei reati violenti (è di oggi la notizia del decesso di un anziano scippato pochi giorni fa!!) è indice della necessità di una nuova politica della sicurezza. Tutto questo è possibile solo se si investe in questo settore senza aspettare che il personale relativo, continui, mettendo a rischio la propria incolumità, a fare i salti mortali per dare dignità al servizio prestato.”

Segreteria Provinciale Coisp