Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, il sottosegretario Giachino ha incontrato le associazioni dell’autotrasporto

Genova. Presso la Prefettura di Genova, si è tenuto un incontro tra il Sottosegretario ai trasporti Bartolomeo Giachino e le associazioni dell’autotrasporto, con la partecipazione di tutte le istituzioni ed enti interessati alla sicurezza per fare un punto sull’attività di controllo mirata al rispetto delle regole imposte dalla Legge 127/10 e dell’ art. 83 bis in materia di sicurezza stradale e sociale e sull’applicazione dei costi minimi da riconoscere agli autotrasportatori da parte della committenza.

A seguito del confronto tra le parti dell’interessante dibattito degli argomenti trattati si è convenuto, ai fini del raggiungimento delle finalità indicate dalla legge, di operare in maniera coordinata e collaborativa tra tutte le Parti presenti per meglio individuare e poter sanzionare tutti coloro che non rispettano i dettami della legge fortemente voluta dal Parlamento Italiano. Con questo impegno le associazioni dell’autotrasporto incontreranno nei prossimi giorni gli esponenti dell’Agenzia delle entrate e della Guardia di Finanza.

Non possiamo, tuttavia, non rilevare che questo incontro, convocato con urgenza, sia avvenuto alla vigilia del giorno in cui le associazioni scriventi avrebbero presentato un comunicato stampa per dare notizia della volontà della categoria di astenersi dall’effettuare servizi di trasporto non rispettosi di quanto previsto dall’ art. 83 bis e per protestare nei confronti dell’arrogante committenza che non riconosce una legge dello stato emanata a salvaguardia della sicurezza stradale e sociale ovvero di tutti.

Alla luce delle comunicazioni date dal Sottosegretario Giachino in relazione anche alla possibilità di riprendere la via degli accordi di settore, con l’indicazione dei costi minimi della sicurezza per tipologia di trasporto, le associazioni firmatarie del presente comunicato incontreranno gli operatori del settore e faranno conoscere nel corso della prossima settimana, le decisioni che saranno assunte in relazione alle azioni di protesta.