Quantcast

Genova, congresso Nefrologia: in Italia all’insufficienza renale si sopravvive meno che al tumore

Genova. In Italia all’insufficienza renale si sopravvive meno che al tumore: i dializzati italiani hanno un tasso di sopravvivenza del 55 per cento, contro l’84% del cancro alla mammella, il 70% di quello al colon, il 63% di quello al rene. A sostenerlo è la Società Italiana di Nefrologia (Sin), da oggi riunita a Genova per il suo 52/mo Congresso. Sulla base dei dati aggiornati a tutto il 2009, in Italia le persone che devono abitualmente fare ricorso alla dialisi sono oltre 45mila; coloro che hanno subito un trapianto di rene sono quasi 16mila (15.793 a tutto il 31 dicembre 2010); e sono tra i 5 e i 6 milioni gli italiani che soffrono di un danno renale.

“Sono dati che devono fare riflettere – hanno precisato la presidente della Sin, Rosanna Coppo, direttore di Nefrologia al Regina Margherita di Torino, e il professor Francesco Pizzarelli, direttore Nefrologia dell’Ospedale di Santa Maria Annunziata di Firenze -. Ci dicono che quando i reni funzionano solo al 50%, la probabilità di malattie cardiovascolari o di andare incontro a un infarto aumenta di dieci volte”.

Più informazioni