Quantcast
Sport

Chievo-Genoa, Malesani: “Senza l’espulsione avremmo vinto di sicuro”

Verona. Grande delusione in casa Genova per la sconfitta contro il Chievo. Alberto Malesani però la prende con filosofia. “Senza quella espulsione al 99 per cento questa partita la vincevamo. Il rosso a Dainelli è stato decisivo. Purtroppo eravamo stanchi, abbiamo giocato tre partite in una settimana e giocare in dieci è stato determinante. Ci siamo abbassati troppo, questo è vero, ma tutto è dovuto alla stanchezza. Nelle occasioni dei gol del Chievo siamo stati ingenui. Credo che alla fine la vittoria del Chievo sia giusta, ma la mia squadra era troppo stanca per poter giocare in dieci. Merito loro che ci hanno creduto sino allo scadere, ma un po’ di colpa é anche nostra. Nell’occasione della rete di Moscardelli abbiamo gestito male la palla in fase offensiva, bastava far trascorrere qualche secondo in più e avremmo conquistato un punto importantissimo per come si era messa la partita”.

Malesani conferma poi le scelte fatte durante la gara. “Le rifarei. Jorquera non era al meglio, l’inserimento di Grandqvist era necessario dopo l’espulsione di Dainelli. Purtroppo siamo stati penalizzati dagli episodi, ma soprattutto dalla stanchezza”.

Sorride invece Mimmo Di Carlo. Dopo la vittoria con il Napoli è arrivata anche quella con il Genoa. Un Chievo ammazza-capoliste che fa divertire Di Carlo.”E’ vero, ma è solo un caso – ammette il tecnico gialloblù – E’ stata una grande vittoria, ottenuta contro un’ottima squadra e giocando un buon calcio. I ragazzi ci hanno creduto sino allo scadere, nessuno ha mollato, bravissimi. Sono punti importanti per il nostro obiettivo, la salvezza. Il rigore? Ho visto le immagini, mi sembra netto come l’espulsione. Certo, giocare in superiorità numerica è stato un vantaggio, ma siamo stati molto bravi a sfruttare questo vantaggio”.