Quantcast
Sport

Genoa-Catania, la soddisfazione di Malesani: “Primi per una notte”

Genova. Il Grifone vola in vetta e Malesani gongola. Dopo il bel 3-0 sul Catania il tecnico rossoblu è raggiante: “La classifica l’ho vista si! Essere primi è una bella sensazione, primi per una notte. Se lo meritano i tifosi, la società e la squadra. Jorquera come Rivera? Il cileno è in costante miglioramento. Ha fatto bene in attacco, un po’ meno nella fase difensiva. Ho visto un Veloso formidabile, ha interpretato bene il ruolo. Queste prestazioni sono merito delle sue qualità, io non centro nulla. Ho solo avuto il merito di volerlo trattenere in estate. Constant ha fatto bene ma ora lo aspetta un’altra partita; non può giocare due gare male, una bene e una male. Su di lui abbiamo investito molto e ho aspettative enormi. Quando il centrocampo funziona come in questa occasione diventa tutto più facile, ne giova anche la difesa”.

“Si è visto anche del bel gioco e un grande equilibrio tattico. Siamo ancora col cartello ‘lavori in corso’ ma i ragazzi hanno saputo farsi apprezzare dalla gente. Il popolo genoano è fantastico. Sognavo questo stadio. Il Genoa ha espresso un calcio moderno, concreto ed equilibrato. Belli come ai tempi di Bagnoli? È un calcio diverso, è cambiato tutto. Bisogna stare al passo coi tempi e un allenatore si deve adeguare e aggiornare costantemente. Se giochiamo sempre di squadra come oggi diventa dura per gli avversari. Certo anche le individualità in campo fanno la differenza. Abbiamo ancora ampi margini di miglioramento”.

“Palacio è stato pazzesco, ha corso per chilometri e chilometri togliendo punti di riferimento agli avversari, i gol sono frutto di un grande lavoro. Domenica andremo a Verona per tentare di vincere. Tenendo i piedi per terra e lavorando seriamente. Ho conquistato la piazza? Se a fine anno sarò ancora qui vorrà dire che avrò fatto qualcosa di buono. Conosco il calcio e non mi lascio trasportare dagli umori del momento”.

Miguel Veloso: “Dobbiamo giocare ogni partita per vincerla, tutti insieme. Io il migliore acquisto del Grifo? Lo siamo tutti. L’anno scorso ho fatto male ma grazie a Malesani ho la possibilità di riscattarmi. Possiamo ancora fare meglio”.

Moretti: “Non ci siamo demoralizzati dopo il pari con l’Atalanta e non dobbiamo esaltarci ora che siamo primi in classifica. Dobbiamo lavorare sodo e migliorare ancora”.