Quantcast
Cronaca

Fincantieri, Repetto raccoglie l’allarme dei lavoratori: “In campo tutte le azioni possibili”

Genova. Dopo il grido d’allarme lanciato dai sindacati nei giorni scorsi e l’appoggio degli assessori Margini e Guccinelli, anche la Provincia raccoglie le preoccupazioni dei lavoratori Fincantieri, angosciati dal silenzio dell’azienda sul piano industriale.

La questione Fincantieri è stata al primo punto dell’ordine del giorno del Consiglio Provinciale di Genova, con l’invito rivolto dal presidente della Provincia Alessandro Repetto, in apertura della seduta odierna, al presidente del Consiglio e ai capigruppo a mettere in campo “nelle formule ritenute più appropriate” in aula e nelle commissioni “azioni che dispieghino tutta l’attenzione dell’ente sui problemi Fincantieri che abbiamo sempre vissuto, da Sestri Ponente a Riva Trigoso, con il massimo impegno e la massima partecipazione”.

La situazione, ha detto Alessandro Repetto “è altamente drammatica, soprattutto per Sestri Ponente, con molti lavoratori del cantiere in cassa integrazione e molti dell’indotto addirittura fuori dal circuito produttivo”. Sul piano politico il presidente della Provincia ha sollecitato “azioni propositive per fare pressione sul Governo e su Fincantieri, ancora latitante sul piano industriale.” Immediata l’adesione del presidente del Consiglio Provinciale Alfonso Gioia “pronto a individuare insieme ai capigruppo sulla situazione Fincantieri specifiche iniziative dell’assemblea e delle commissioni consiliari.”