Quantcast

Feste e ponti salvi, Berlangieri soddisfatto: “Sarebbe stata una follia”

Regione. Soddisfazione della Regione Liguria, dalla quale a ferragosto era partito un SOS ai parlamentari, per il salvataggio delle feste del primo maggio, 25 aprile e 2 giugno e quelle concordatarie dalla manovra del governo che, grazie a un emendamento del non saranno più accorpate alla domeniche per avere più produttività.
Per una regione come la Liguria, che da anni lavora per destagionalizzare le vacanze, sempre più “mordi e fuggi” e sempre più legate ai “ponti”, il danno sarebbe stato enorme.

“Per risparmiare 10 le aziende ricettive e l’economia del territorio avrebbero perso entrare pari a mille, una follia, far sentire le nostre voci è servito”, spiega l’assessore al Turismo Angelo Berlangieri che, prima di tirare un sospiro di sollievo, a Ferragosto, aveva fatto un appello ai parlamentari liguri e allo stesso ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, ospite del Premio Fedeltà del Cane a San Rocco di Camogli.

Il “salvataggio” è frutto di un emendamento alla manovra del Pd, accolto dal relatore e approvato all’unanimità.